/ Attualità

Attualità | 04 dicembre 2023, 08:56

Bra, venerdì 8 dicembre l’inaugurazione del presepe artistico della Croce

Da 31 anni è il simbolo del Natale braidese. Tutte le date e gli orari di apertura

Bra, venerdì 8 dicembre l’inaugurazione del presepe artistico della Croce

Siamo ormai agli ultimi ritocchi per il presepe artistico della Croce, a Bra. Da non perdere l’inaugurazione, in programma venerdì 8 dicembre, alle ore 15, presso l’omonima chiesa.

Anche nel 2023 l’Associazione Presepe della Croce metterà in mostra una rappresentazione di sicuro impatto scenografico, che appassionerà i numerosi visitatori. Al centro, il significato più pieno del presepe, che vuole essere un veicolo di pace e speranza nel segno dell’Amore incarnato.

Il giorno del taglio del nastro, l’allestimento resterà aperto con orario 15 -19 per poi tornare ad essere visitabile domenica 10 e domenica 17 dicembre, sempre dalle 15 alle 19. E poi da domenica 24 dicembre fino a domenica 7 gennaio 2024, aperto tutti i giorni dalle ore 15 alle ore 19, con ingresso libero.

È nel Natale del 1992 che un gruppo di amici decise per la prima volta di rappresentare nella chiesa della Croce il mistero della Natività e da allora sono passati ben 31 anni di passioni e mostre.

Attualmente, l’Associazione Presepe della Croce continua ad adoperarsi in questo settore con dedizione ed entusiasmo ed è composta da un cenacolo di volontari che coltivano e tramandano una tradizione religiosa e popolare dalle mille sfaccettature.

L’opera si estende su una superficie di circa trenta metri quadrati con lo scopo di emozionare lo spettatore, di prenderlo per mano e di condurlo per qualche istante in un luogo fuori dal tempo, dove rivivere la magia del Natale.

Il presepe viene allestito con grande impegno e ogni anno viene smontato e ricostruito con novità importanti. Decine di statue meccaniche riempiono l’orizzonte, creando scene di vita quotidiana.

E poi c’è la riproduzione della comunità braidese, descritta nei suoi momenti di lavoro, di svago e di festa, che suscita sempre un’emozione intensa, perché vedere il paesaggio, le abitazioni e gli antichi mestieri, riporta alle narrazioni dei nostri padri, madri e nonni.

Storie che parlano del Natale di ieri e di oggi.

Silvia Gullino

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MARZO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di LaVoceDiAlba.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium