/ Politica

Politica | 19 settembre 2023, 15:33

Fondazione Crc, ad aprile il rinnovo dei vertici. Boselli stuzzica Manassero: "Chi sosterrà il Comune di Cuneo?"

Mauro Gola e Federico Borgna tra i nomi più accreditati per la futura guida dell'ente bancario. Sulla figura dell'ex sindaco il consigliere degli Indipendenti va all'attacco: “Davvero sarà espressione del centro sinistra cittadino?”

In primavera il rinnovo dei vertici alla Fondazione Crc

In primavera il rinnovo dei vertici alla Fondazione Crc

Mancano circa sette mesi alla primavera 2024, scadenza cui la politica cuneese guarda con crescente attenzione non soltanto per l’avvicinarsi di una serrata stagione elettorale ma anche per la coincidenza col termine di mandato degli attuali vertici della Fondazione Cassa di Risparmio Cuneo e col contestuale rinnovo della sua governance. 

Ieri (lunedì 18 settembre) il consigliere comunale cuneese Giancarlo Boselli (Indipendenti) ha rispolverato il tema con un’interpellanza nella quale chiede all’Amministrazione guidata da Patrizia Manassero di palesare le proprie intenzioni in merito a una delle figure da tempo in prima fila per la successione alla carica oggi ricoperta da Ezio Raviola.

Il profilo in questione è ovviamente quello dell’ex sindaco ed ex presidente della Provincia Federico Borgna, da più parti accreditato quale figura capace di intercettare le diverse sensibilità di un arco politico che, teso dal centrosinistra al centro, sarebbe capace di pescare in un territorio non limitato al solo capoluogo. Un candidato sulla bontà del quale il consigliere di minoranza chiede a Manassero e giunta di esprimersi in modo palese, evidentemente convinto che il nome dell'ex sindaco qualche fibrillazione possa in realtà suscitarla negli equilibri dell’attuale maggioranza cittadina.

L’altro nome circolato con sempre maggiore insistenza negli ultimi mesi (il nostro giornale ne dava conto nell'aprile scorso, a un anno di distanza dall'importante scadenza) è come noto quello di Mauro Gola, imprenditore che nel maggio scorso ha ceduto il timone della Confindustria provinciale (a Mariano Costamagna) e che tuttora tiene in mano quello della Camera di Commercio. La sua elezione, come le indicazioni di chi in alternativa guarda invece al direttore generale dell'unione industriale Giuliana Cirio, risponderebbe ai desiderata delle categorie produttive secondo un disegno che, sempre stando ai rumors, vedrebbe lo scranno più alto dell’ente camerale affidato all'attuale presidente di Confartigianato Cuneo Luca Crosetto.

Non esclusa, a completare il novero delle ipotesi, pure quella di una riconferma dell’attuale governance a guida Raviola anche se, ad oggi, tale scenario parrebbe relegato all'eventualità di un mancato raggiungimento di una diversa intesa su quei nomi.

Il territorio chiamato a indicare il nuovo Consiglio

La scadenza di aprile in Fondazione sarà occasione di rinnovamento non soltanto per la figura del presidente, ma anche per l'ampio consesso del Consiglio generale.

A rigor di statuto ciascun membro dell'assemblea viene indicato come espressione dei territori o dell’ente che rappresenta, o per cooptazione da parte del consiglio d’amministrazione, che esprime nomine per aree o ambiti specifici. Inoltre le città di Cuneo, Alba e Mondovì – che normalmente possono esprimere rispettivamente due, uno e un consigliere -, a rotazione, a ogni passaggio di consegne, hanno la possibilità di esprimere un consigliere “extra”. L’ultima volta è toccato ad Alba, probabile che questa volta sia il turno di Mondovì.

Alcuni raggruppamenti di Comuni, infine, possono esprimere un consigliere unico in propria rappresentanza: così per quello che, nell'area del Cuneese, comprende Dronero, Caraglio, Busca, Boves e Borgo, nel Monregalese annovera Villanova Mondovì, Bagnasco, San Michele Mondovì, Ceva e Farigliano, mentre guardando all’Albese coinvolge Canale, Cortemilia, Montà d'Alba, Santo Stefano Belbo e Cherasco.

redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A FEBBRAIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di LaVoceDiAlba.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium