/ Attualità

Attualità | 19 settembre 2023, 19:51

Savigliano: affidato l’appalto per i lavori sul soffitto della piscina chiusa da dieci mesi

A fine settimana la O.M.C. Graglia S.r.l. di Cervere informerà il Comune sull’inizio dei lavori. Intanto gli utenti dell’impianto natatorio sollecitano la riapertura a gennaio, sulla pagina Facebook ‘Salviamo la piscina comunale di Savigliano’

Savigliano: affidato l’appalto per i lavori sul soffitto della piscina chiusa da dieci mesi

L’appalto del cantiere per i lavori di rinforzo del soffitto della piscina di Savigliano, chiusa da quasi 10 mesi, è stato affidato dal Comune alla ditta O.M.C. Graglia S.r.l. di Cervere.

Le buste dei partecipanti erano state aperte lo scorso 29 agosto in Municipio.

Per la gara d’appalto il Comune aveva individuato cinque imprese, ma solo in quattro avevano inviato l’offerta per l’esecuzione. Il Comune aveva stanziato, a gara, 357mila euro.

Federica Brizio vicesindaco e assessore con delega ai Lavori Pubblici: “Entro la fine di questa settimana avremo un incontro con la ditta appaltatrice, che ci confermerà la data di inizio lavori. Nei giorni scorsi sono stati eseguiti i controlli formali da parte degli uffici comunali preposti per verificare le qualità tecniche di ammissione della vincitrice della gara d’appalto e la conseguente pubblicazione ufficiale sull’albo pretorio”. 

L’impianto natatorio era stato chiuso a metà dicembre 2022, con un'ordinanza comunale in seguito al crollo di parte della controsoffittatura.

Dopo varie perizie erano state proposte dai tecnici alcune alternative di intervento, ma la più plausibile è parsa quella di eliminare tutta la controsoffittatura ed effettuare il conseguente rinforzo della copertura del soffitto.

Nel frattempo nell’arco di 5-6 anni si procederà alla costruzione di un nuovo impianto.

Sulla pagina Facebook ‘Salviamo la piscina comunale di Savigliano’ gli utenti dell’impianto natatorio chiedono certezze sulla fine dei lavori, inizialmente previsti entro la fine di dicembre, in modo tale che a gennaio (a distanza di oltre un anno dalla chiusura) possano iniziare i corsi di nuoto.

Per evitare che la stagione vada persa, per il secondo anno consecutivo, speriamo che i lavori inizino al più presto – scrivono sul gruppo -. Gennaio è un mese cruciale per l'inizio di tutte le attività, in particolare per quelle dei bambini e delle scuole. Sforare anche solo di qualche giorno significherebbe buttare all'aria un'intera programmazione e comporterebbe danni economici e sociali tanto cospicui quanto difficili da immaginare”.

Anna Maria Parola

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di LaVoceDiAlba.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium