/ Attualità

Attualità | 14 settembre 2023, 10:51

Il "Progetto Scaldacuore" sempre vicino agli ospiti dell'ospedale di Verduno

L’iniziativa ha dato vita a un gruppo di donne pronte a mettersi a disposizione per realizzare indumenti e manufatti in lana da donare a strutture sanitarie e associazioni benefiche

Da sinistra, Alessandro Vigo, Cinzia Ortega, Laura Marinaro, Paola Parazzoli e Giuliana Castellengo

Da sinistra, Alessandro Vigo, Cinzia Ortega, Laura Marinaro, Paola Parazzoli e Giuliana Castellengo

Il “Progetto Scaldacuore”, a cui va il sincero ringraziamento dell’Asl Cn2 per la continua sensibilità dimostrata, è nato nel 2019 quando, per seri problemi legati alla sua salute, Paola Parazzoli, durante la gravidanza del suo quartogenito, ha trascorso due mesi in ospedale. Riprende in mano la copertina ricevuta in dono dieci anni prima e da lì, con un semplice post sul suo profilo social, chiede aiuto alle sue conoscenze che abbiano voglia, tempo e passione per realizzare indumenti in lana e copertine per i reparti pediatrici e oncologici. La risposta è stata grandissima e oggi, grazie al passaparola, in questo progetto sono coinvolte donne da tutta Italia.

La scorsa settimana la hall principale dell’Ospedale “Michele e Pietro Ferrero” si è trasformata nuovamente in un caldo luogo di incontro tra i medici del nosocomio e le volontarie del Progetto Scaldacuore. Accolte dalla dottoressa Laura Marinaro, direttore sanitario dell’ASL CN2, dalla dottoressa Cinzia Ortega, direttore di Oncologia, e dal dottor Alessandro Vigo, direttore del Dipartimento Materno Infantile, le volontarie anche questa volta hanno dimostrato tutto il loro affetto realizzando e donando coperte in pile per il day ospital chemioterapico, cappelli in lana e cotone per i pazienti oncologici, borsine porta infusori, scialli e coperte scaldagambe in lana. E, per la pediatria, lenzuolini per culle, copriculla estivi ed invernali, copertine, e babbucce come dono alle neo mamme.

E’ stato un pomeriggio all’insegna del calore umano, durante la quale abbiamo avuto occasione di fare la conoscenza anche della vulcanica Giuliana Castellengo, altra entusiasta pietra miliare del progetto: “La mia esperienza col Progetto Scaldacuore è molto recente ma già carica di significato… Sono stata anche io ospite, non troppo tempo fa, del reparto di Oncologia dell’Ospedale Ferrero e, durante il mio percorso di cura, mi è stato donato un cappellino per proteggermi dal freddo e aiutarmi a superare l’imbarazzo estetico delle cure. Mi sono sentita subito abbracciata, compresa, supportata e ho voluto capire chi fosse stato a donarmi quel berretto così ‘accudente’. In questo modo sono venuto a conoscenza di Paola Parazzoli e del suo progetto… e me ne sono subito innamorata. Oggi continuo la mia lotta con la malattia, ma collaboro con passione ed energia al Progetto Scaldacuore, che ha saputo donarmi, in un piccolo oggetto, un così grande affetto”.

E aggiunge: “Noi malati oncologici, a causa del sistema immunitario più debole e del più alto rischio di contrarre malattie, viviamo sempre un po’ più isolati rispetto a chi sta bene. Spesso ci sentiamo soli, in compagnia della malattia, delle nostre paure e delle difficoltà della vita quotidiana. Queste iniziative di supporto affiancano alle necessarie cure mediche importanti progetti volti ad alleviare il più possibile le sofferenze e le angosce del paziente, nella speranza di fargli recuperare un po’ di serenità e di sorriso. Io sono consapevole di aver ricevuto tanto nella mia vita; ora voglio dare, perché ci sono tante persone che hanno bisogno di conforto. Lo stesso che ho ricevuto e ricevo io. Sono grata al Progetto Scaldacuore e alle realtà che ci ospitano per darmene la possibilità”.

Comunicato stampa

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di LaVoceDiAlba.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium