/ Attualità

Attualità | 13 settembre 2023, 20:30

In scooter da Salerno a Savigliano per inseguire l’agognato posto fisso nella scuola. La firma, poi la scelta dell'aspettativa

L’incredibile storia di una 50enne campana, che dopo cinque anni vissuti da precaria in diversi istituti della Granda ha ottenuto un incarico a tempo indeterminato. Ora è rientrata a casa per stare vicina all’anziana madre

La donna ripresa dalle telecamere della Rai campana, protagonista di un servizio della locale Tgr

La donna ripresa dalle telecamere della Rai campana, protagonista di un servizio della locale Tgr

Una vita da precaria nel mondo della scuola prima di ottenere, a quasi 52 anni, un contratto a tempo pieno e indeterminato come segretaria amministrativa. Ma a Savigliano, a 900 chilometri di distanza dal suo paese di residenza, Pagani, nel Salernitano.

È la vicenda che ha per protagonista Stefania Moscariello. Una storia ancor più curiosa, ripresa in questi giorni da diversi media della sua regione e oggetto pure di un servizio del Tgr della Campania, se si pensa che, per arrivare puntuale, il 1° settembre scorso, a firmare il nuovo contratto da assistente amministrativa che la attendeva presso l’Istituto Comprensivo "Santarosa" di Savigliano, la neo assunta ha percorso i 865 chilometri che separano il centro della Granda dalla sua abitazione a bordo di uno scooter Honda SH 300 .

In verità nella nostra provincia Stefania lavora già da alcuni anni. Esattamente cinque, in altrettante scuole tra Cervasca, Cuneo, Fossano e Mondovì. Nella sua provincia aveva trovato impieghi solamente in istituti parificati. In questi plessi faceva un part time di 6 ore a settimana, concentrati in una sola giornata lavorativa. Incarichi accettati per avanzare nelle graduatorie dell’Ufficio Scolastico Provinciale, con buona probabilità. Onorati a mezzo del sacrificio di viaggiare ogni settimana tra il Piemonte e il suo comune di residenza, anche per non lasciare sole le due figlie adolescenti.

Da qui i numerosi viaggi affrontati in bus, in treno e più rare volte in aereo, in caso di offerte di voli particolarmente convenienti. Lo stress di dover affrontare una trasferta da 900 chilometri due volte a settimana le avrebbe provocato pure una paresi facciale.

Per firmare il suo contratto a tempo indeterminato da 36 ore a settimana all’Istituto Comprensivo Santarosa di Savigliano ha deciso di arrivare in Piemonte in motorino, caricando la valigia sulla pedanina della sua due ruote. Una sorta di voto per aver finalmente ottenuto il posto fisso tanto sognato nella pubblica amministrazione.

Dopo avere iniziato a lavorare nella scuola saviglianese Moscariello ha però preso un congedo dal lavoro di tre mesi, fino al 30 novembre. La donna ha dovuto tornare a Pagani per stare vicina all’anziana madre, che ha problemi di salute.

Anna Maria Parola

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di LaVoceDiAlba.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium