ELEZIONI REGIONALI
 / Attualità

Attualità | 17 aprile 2023, 06:55

Una piastrina di un militare di Lagnasco morto nel '44 ritrovata in un campo di prigionia tedesco

Sarà consegnata da parte dell'Amministrazione comunale ai familiari del Caporal maggiore Pietro Eandi nella cerimonia del 25 aprile che si terrà nella sala convegni dei Castelli Tapparelli dove è visitabile la mostra "Da Lagnasco al fronte".

Una piastrina di un militare di Lagnasco morto nel '44 ritrovata in un campo di prigionia tedesco

Sarà un 25 aprile speciale e ancora più denso di significati, quello che si festeggerà a Lagnasco in occasione del 78° anniversario della Liberazione.


In tale occasione verrà riconsegnata ai familiari di Pietro Eandi, cittadino lagnaschese internato in Germania durante la Seconda Guerra Mondiale, la piastrina militare identificativa rinvenuta in territorio tedesco qualche mese fa.

Eandi aveva il grado di Caporal maggiore del 59° Reggimento di Artiglieria. Nato a Lagnasco il 31 maggio 1913, morì in Germania nel campo di prigionia Rheinhausen il 6 marzo 1944.

“I nostri uffici comunali –  spiega il vicesindaco Oscar Fiore -  sono stati contattati qualche mese fa dal gruppo «WW2 Tuscany Hunters» di Firenze, composto da veri e propri «cacciatori» di reperti  militari della seconda Guerra mondiale. A loro volta ci hanno messo in contatto  con Chris e Jeroen, due appassionati ricercatori olandesi che nei campi di prigionia di Fullen, dove sorgeva lo «Stalag VI C», hanno recuperato il cimelio militare dall’elevato valore simbolico ed affettivo, sia per i parenti del soldato che per il nostro Comune”.

Il prossimo fine settimana Lagnasco propone un  ricco calendario di appuntamenti, dedicati all’Anniversario della Liberazione, stilato dall’Amministrazione comunale assieme al gruppo locale degli alpini, la biblioteca civica in collaborazione con la Pro Loco.

Sabato 22 aprile alle 10 sarà inaugurata, nei Castelli Tapparelli, la mostra «Da Lagnasco al fronte», in ricordo dei lagnaschesi reduci, caduti e dispersi della Campagna d’Africa e della Seconda Guerra Mondiale.

“Il materiale esposto – specifica il vicesindaco Fiore - proviene, per buona parte, dalla collezione privata di Cesare Eandi e comprende ricordi di altri giovani lagnaschesi accomunati dal triste destino”.

La mostra sarà visitabile nelle giornate di sabato 22, domenica 23 e martedì 25 aprile, dalle 10 alle 12,30 e dalle 14,30 alle 17,30.

Martedì 25 aprile, nella ricorrenza della Liberazione, alle 16 è stato fissato il ritrovo delle autorità e delle associazioni d’arma, con l’invito rivolto a tutta la cittadinanza, al Parco della Rimembranza per l’Onore ai Caduti. 

In seguito il corteo si dirigerà verso la piazzetta del Municipio per la deposizione della corona d'alloro al monumento dedicato agli Alpini.

Alle 17, nella sala convegni dei Castelli Tapparelli, sarà consegnata la piastrina ai familiari di Pietro Eandi.

Anna Maria Parola

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di LaVoceDiAlba.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium