/ Attualità

Attualità | 28 marzo 2023, 15:08

Fossano: è stato un Motoraduno di Primavera dalle mille emozioni

Giunto alla 40esima edizione, l'evento, organizzato dal Motoclub locale, ha accolto numerosi bikers che hanno animato per due giorni la città degli Acaja. Il racconto del nostro lettore Fantaroby, anche speaker della manifestazione

Il Motoraduno nelle immagini dei nostri due lettori Roberto "Fantaroby" Fantaguzzi, e Giovanna "LaGiovanna" Binello

Il Motoraduno nelle immagini dei nostri due lettori Roberto "Fantaroby" Fantaguzzi, e Giovanna "LaGiovanna" Binello

Si è concluso uno straordinario Motoraduno di Primavera giunto quest’anno al 40° anno, organizzato dal Motoclub Fossano, e che ha richiamato migliaia di appassionati motociclisti da ogni parte d’Italia e dall’estero avvolti da un caldo weekend primaverile.

Sabato 25 e domenica 26 marzo, i partecipanti hanno invaso pacificamente la città di Fossano e, di conseguenza, l'intera provincia di Cuneo, portando i loro sorrisi, colori e la loro energia.

Come di consueto, Fossano ha dato il benvenuto vestita a festa e trasformato un'area, Piazza Diaz, allestita per il villaggio mototuristico dove erano presenti zone espositive, il Food Park, lo street food, il bike drive gestito da Honda per provare i modelli della casa motociclistica, e dove si sono svolte le straordinarie esibizioni dello Stunt Riding Maurizio Pera Perin.

"Per me - afferma Fantaroby - questo motoraduno è stata l'occasione per incontrare tanti amici e creare nuove amicizie con le migliaia di appassionati che abbiamo coinvolto, anche grazie alle interviste in cui li ho invitati a raccontare le emozioni più belle vissute sulla propria moto. E’ stato costruttivo interagire con persone che condividono la stessa passione".

Sabato mattina, l'afflusso di moto è stato molto elevato e, fin dalle prime ore, molti bikers sono arrivati in Piazza Diaz per le iscrizioni che si sono aperte proprio con l'annuncio ufficiale di Mauro Marra e Fantaroby giunti in sella alle moto Moto Guzzi Breva e Honda Transalp 750 dando così ufficialmente il via al 40° motoraduno nazionale di Fossano.

La mattinata è stata un crescendo di arrivi, saluti, interviste e coinvolgimento, fino alle ore 15, quando è iniziata la sfilata che, partendo dalla Via Roma, sotto al municipio, ha visto la partecipazione di tutte le autorità regionali e comunali, accompagnati dalle bandiere e dalla musica degli sbandieratori e musici Principi d’Acaja Città di Fossano.

La parata si è conclusa al Santuario di Cussanio, dove si è svolta la cerimonia di commemorazione dei motociclisti presso il cippo e memorial di Graziella Botta storica segretaria del motoclub Fossano. Rientrati in città, la serata è stata animata da uno show, musica dal vivo e street food, con la festa che è proseguita fino a tarda notte.

Domenica mattina, già dalle prime luci dell'alba, i volontari si sono distribuiti per tutta la città, pronti a gestire il mare di motociclisti. Uno dei momenti più suggestivi ed emozionanti è stata la Santa Messa del centauro celebrata dal mitico Don Biker, Don Mario, con il minuto di “rumore” per il SIC Marco Simoncelli.
Il motoraduno è stato davvero speciale caratterizzato dalla partecipazione di famiglie e persone solari, tutti riuniti per la stessa passione; il motociclismo unisce persone di diverse età e provenienze.

Un ringraziamento a tutti i volontari, a tutti i soci del Motoclub Fossano in modo particolare a Gianni Mina Presidente del motoclub, Mauro Marra Vicepresidente e Renato Masante  direttore sportivo del motoclub per la determinazione, costanza e  passione che li caratterizza per rendere unico e di grande successo il motoraduno.

E, come dice Roberto "FantaRoby" Fantaguzzi, "divertitevi sulle due ruote"!

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium