/ Attualità

Attualità | 22 marzo 2023, 18:03

Turismo, ad Alba un gennaio da diecimila presenze. Bolla: «Il più bell’inizio d’anno di sempre»

L’assessore comunale alle manifestazoni non nasconde la soddisfazione per risultati andati oltre a quelli del pre pandemia: "Avviati a una stagione da record"

L'assessore al turismo di Alba Emanuele Bolla durante la presentazione di Vinum 2023

L'assessore al turismo di Alba Emanuele Bolla durante la presentazione di Vinum 2023

«Il più bell’inizio d'anno di sempre». Così Emanuele Bolla, assessore al turismo di Alba, definisce un 2023 che, in queste primi tre mesi, sta facendo registrare presenze record di turisti, andate oltre quelle relative al 2019.
Complice il bel tempo e un’offerta enogastronomica che ha saputo assecondare le richieste turistiche, con molti locali che hanno chiuso solo per pochi giorni, la primavera del turismo albese e del territorio ha iniziato a crescere già in inverno.

Ora, alle porte di Vinum, presentato ieri sera (21 marzo) al Teatro Sociale di Alba (leggi l'articolo), si può dire che i giri nel motore iniziano a donare un bel suono. Fuor di metafora, vedere pullman e auto con targhe straniere fa presagire a una stagione di grande afflusso che, come si è già detto, dovrà saper offrire possibilità di livello medio-alto, anche per preservare il nostro territorio.

«Il mese di gennaio - afferma Emanuele Bolla - ha fatto registrare circa 10 mila presenze. Un record che ha superato quello di gennaio 2019, periodo in cui i turisti furono poco meno di 9 mila. Se guardiamo all’afflusso già presente tra febbraio e marzo, la strada intrapresa continua a essere quella dell’ottimismo per una stagione che, dopo la ripartenza del 2022, può farci arrivare a vette importanti.

La città e il territorio stanno rispondendo molto bene, e il Comune, insieme all’Ente Fiera, all’Ente Turismo, alla Giostra delle 100 Torri, a tutti gli enti e associazioni del turismo, sta lavorando bene. Cerchiamo di dare un’offerta di livello, che rappresenti il giusto equilibrio tra la parte 'pop' del nostro folklore e quella più culturale, di immagine, tutti aspetti che si uniscono e che coesistono, frutto di un lavoro di squadra importante, sinergico, che si fonda sul dialogo, sull’ascolto e sulla collaborazione. Essere a servizio della città significa saper coniugare le diverse anime che la caratterizzano».


E le manifestazioni non mancano per fare tutto ciò: «Il rapporto di collaborazione consolidato con l’Ente Fiera e con tutti i diversi attori coinvolti nelle nostre manifestazioin permette anche quest’anno di proporre eventi e appuntamenti di sicuro rilievo. Doveroso in questo senso rivolgere un sincero ringraziamento alla presidente dell'Ente Liliana Allena, per l'enorme lavoro portato avanti anche in anni molto difficili. Ora si inizia con Vinum, che lancia ufficialmente la stagione, per poi proseguire con gli appuntamenti estivi tra musica, cultura, outdoor, fino ad arrivare poi alla Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d'Alba, che quest’anno sarà incentrata sul claim “L’Alba del domani”. Un chiaro riferimento al rispetto dell’ambiente e della natura, a cui dobbiamo adeguarci e su cui stiamo sensibilizzando il pubblico già da qualche anno, partendo dal tartufo, un chiaro indicatore di come e di dove si sta andando. Insieme a questo lanciamo un messaggio di speranza, dopo gli anni difficili della pandemia. In questo periodo, con la guerra alle porte dell’Europa, non dobbiamo dimenticare la situazione, ma allo stesso tempo è giusto guardare al futuro con ottimismo», sono le parole conclusive dell'assessore al turismo di Alba.

Livio Oggero

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MARZO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di LaVoceDiAlba.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium