/ lavocedialba.it

lavocedialba.it | 06 febbraio 2023, 07:18

Bra, torna la preghiera sullo stile della comunità di Taizé

Venerdì 10 febbraio, alle ore 21 nella cripta del Santuario della Madonna dei Fiori

Nella foto di Stefano Tibaldi, la preghiera di Taizè nella cripta del Santuario della Madonna dei Fiori, a Bra

Nella foto di Stefano Tibaldi, la preghiera di Taizè nella cripta del Santuario della Madonna dei Fiori, a Bra

«Si passa da Taizé come si passa accanto a una sorgente. Il viaggiatore si ferma, si disseta e continua la sua strada» (San Giovanni Paolo II). Forte è il richiamo che la comunità ecumenica francese esercita sui giovani cristiani del mondo. Intuizione profetica che nei decenni ha saputo raccogliere in armonia le differenze, puntando al cuore del Vangelo.

Per far conoscere anche a Bra l’esperienza e la proposta spirituale di Taizé, venerdì 10 febbraio, alle ore 21, nella cripta del Santuario nuovo della Madonna dei Fori, è in programma una serata di preghiera sullo stesso stile.

L’iniziativa è partita da alcuni giovani braidesi che hanno fatto esperienza della comunità fondata nel 1940 da frère Roger Schutz. Già da diversi anni sono impegnati nell’animazione di una preghiera cittadina, aperta a tutti, senza distinzione di parrocchie, gruppi, movimenti ed età, come segno di una comunione e di una fiducia in Dio e tra gli uomini necessaria per ottenere la vera pace.

La preghiera di Taizé è fatta soprattutto di silenzio, canti, meditazione della Parola e si tiene in un’atmosfera di raccoglimento e di accoglienza: l’ambiente viene illuminato dalla calda luce di molte candele, vengono stesi attorno all’altare tappeti variopinti, perché i fedeli possano sedere gli uni accanto agli altri in perfetto stile ecumenico.

Stanno sulle dita di una mano le proposte che la comunità di Taizé offre ai giovani per vivere il coraggio della Misericordia. La prima regola è «Affidarci a Dio che è Misericordia». La seconda è «Perdonare sempre e ancora». La terza è «Avvicinarsi da soli o insieme ad altri, a una situazione di difficoltà».

A Taizé, come in altri luoghi dove soffia lo Spirito, si ritorna. I prossimi incontri si terranno venerdì 10 marzo, venerdì 14 aprile e conclusione venerdì 12 maggio a mente dell’esortazione di papa Francesco: «Continuate ad essere pellegrini di fiducia dove il Signore vi manda!».

Silvia Gullino

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di LaVoceDiAlba.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium