ELEZIONI REGIONALI
 / Attualità

Attualità | 02 febbraio 2023, 11:51

Aspettando il campionato europeo Alba scalda i motori per il primo "Rally Regione Piemonte"

Tra le novità della manifestazione promossa dal Cinzano Rally Team il periodo di gara (14-15 aprile) e la nuova Coppa Wrc Plus. Prove speciali sulle colline di Santo Stefano Belbo, Castino, Rocchetta Belbo, Cossano, Sinio, Roddino, Cissone, Paroldo e Torresina

Il Cinzano Rally Team sul podio 2020: la forza del gruppo.

Il Cinzano Rally Team sul podio 2020: la forza del gruppo.

Venerdì 14 e sabato 15 aprile: due giorni da segnare per gli appassionati di motori. Va in scena il Rally d’Alba, diventato “Rally Regione Piemonte”. Oltre alla novità della denominazione, anche il periodo, ma la tradizione del percorso che traccia il territorio da diciassette anni resta protagonista.

La competizione motoristica, nata da un’idea dell’associazione sportiva Cinzano Rally Team, è a un passo da diventare tappa del Campionato Europeo. Solo una questione di tempo per il trofeo intitolato a Silvio Stroppiana, valido per il campionato italiano assoluto Rally Sparco (Ciar), per la Coppa Rally di Zona (Crz) e per il Ter, il Tour European Rally. Terza novità: la gara sarà la prima della serie Coppa Wrc Plus, organizzata da Aci Sport su quattro tappe.

In questo interessante quadro le iscrizioni si apriranno il 13 marzo per chiudersi il 5 aprile, con distribuzione dei road book il 9 aprile e ricognizioni ufficiali il 13 aprile, con verifiche sportive e tecniche per le vetture iscritte all’Assoluto. E si attende nuovamente il “pienone”, a conferma di un nuovo probabile record di iscrizioni per le gare del campionato italiano assoluto in Italia.

Il programma prevede i primi shakedown venerdì 14 aprile dalle 8. La partenza del “Rally Regione Piemonte” è prevista per le ore 15,30 da piazza San Paolo ad Alba. Ci sarà anche la diretta tv per il campionato italiano Assoluto.

Sabato 15 aprile la competizione assoluta prosegue su altre sette prove speciali, mentre la Coppa su cinque. Si correrà nelle zone di Santo Stefano Belbo, Castino, Castino, Rocchetta Belbo, Cossano Belbo, da Borine di Sinio a Roddino. Si va anche in fondovalle per risalire a Cissone fino a Paroldo e Torresina. Atto conclusivo con le premiazioni in programma verso le ore 17.30 di sabato 15 aprile in piazza San Paolo ad Alba.

Il gruppo del Cinzano Rally Team, sempre nel ricordo di Silvio Stroppiana, capitanato dal presidente Bruno Montanaro, e formato da Marco Stroppiana, Alessandro Gallo, Gilberto Calleri, Massimo Gallo, Giulio Segino e altri validi collaboratori, si sta preparando con la solita grande passione e una solida esperienza che ha portato la competizione motoristica ad alti livelli.

Una nuova entusiasmante edizione ci attende. Cosa ne dice presidente?

«L’edizione 2023 è ricca di novità e dell’importante conferma che la gara continua a essere un tappa importante del campionato assoluto rally Sparco italiano, praticamente la serie A della corsa su strada. Dopo la riuscita edizione del 2022, che ha fatto registrare il record di iscritti a una gara della stagione, siamo soddisfatti di continuare a proporre questo livello. Oltre a questo l’evento è valido per il Tour European Rally, serie europea di cui facciamo parte dal 2022, vinta dal neozelandese Aiden Paddol che ha corso anche ad Alba, per la Coppa Rally di Zona, e per la Coppa Wrc Plus organizzata dall’Aci Sport».

Una crescita esponenziale dal 2015. Qual è il vostro segreto e dove volete arrivare? Il Wrc European Rally non è solo un sogno… .

«Dal 2015 siamo sicuramente cresciuti. Partiti da una gara nazionale base senza intitolazione, in soli otto anni abbiamo stalato tutte le categorie all’interno delle gare nazionali tra coppa italia, campionato italiano Wrc, ed abbiamo raggiunto il sogno di fare parte del campionato italiano assoluto Rally dal 2022, riportando in Piemonte una gara di questa caratura dopo più di vent’anni. Queste tappe importanti sono state raggiunte grazie al duro lavoro, alla passione ed alla competenza di un team che sa lavorare di squadra.

Credo che il nostro segreto sia quello di aver capito che il connubio gare e territorio sia fondamentale. Per noi è sia un rispetto verso Alba e le Langhe, zone riconosciute a livello mondiale, capaci di dare molto alle persone che le abitano, che uno stimolo nell’offrire ai piloti ed al loro entourage, agli appassionati ed ai turisti, un weekend dove ai motori si uniscono le eccellenze enogastronomiche e paesaggistiche.

Anche sulla base di questo guardiamo ad un futuro dove mantenere sicuramente il livello del campionato italiano assoluto Rally, e portare la manifestazione all’interno del Wrc European Rally. Lo scorso anno, come si sa, il promoter che, tra l’altro, è anche quello che organizza il Wrc World Rally, era presente ed è rimasto entusiasta per diversi fattori. Non abbiamo concluso l’accordo per il 2023 solo per una questione di tempo, ma stiamo lavorando per il 2024, anno che potrebbe essere importante per un nuovo salto di livello del Rally Regione Piemonte»
.

Qual è la situazione del mondo dei rally in Italia?

«Il sistema rally secondo me in Italia gode di buona salute: le circa 200 gare annuali, a tutti i livelli, lo confermano. Certo, il mondo delle corse su strada è cambiato, e noi, in questi anni, abbiamo cercato di trasformare le competizioni in eventi dove motori, territorio, emozioni, eccellenze si uniscono per un’esperienza unica e anche divertente. Ad esempio le scuderie vengono ad Alba per vivere il territorio, qui trovano un’atmosfera positiva ed un percorso che affascina. Diciamo che curiamo molto i dettagli che possono fare la differenza. Certo, le difficoltà in generale nel mondo dei rally non mancano ma credo che finchè ci sarà la passione, le persone volenterose e le sponsorizzazioni non mancheranno».

Concludiamo con i ringraziamenti.

«In questi ultimi due mesi prima della partenza, io ed il Cinziano Rally Team ringraziamo la Regione Piemonte, che ha sempre creduto in noi, e che sta contribuendo in modo significativo per far entrare la manifestazione del Wrc European Rally, il Comune di Alba, tutti i Comuni che ci danno la possibilità di passare con le prove speciali, gli sponsor che danno la linfa vitale, tutti coloro che saranno impegnati durante la gara, e gli appassionati che verranno a vedere questo spettacolo che si inchina al territorio e che lo ringrazia».

Livio Oggero

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di LaVoceDiAlba.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium