ELEZIONI REGIONALI
 / Viabilità

Viabilità | 31 gennaio 2023, 12:31

Tenda bis, terminati gli scavi sul lato italiano. Commissione Trasporti della Regione in visita al cantiere

Alle 11.30 di domani saranno presenti il presidente Valter Marin assieme ai consiglieri regionali del territorio, da Gagliasso a Demarchi, oltre ai sindaci della valle e all'amministratore della Lift. Ad accompagnarli, il commissario straordinario per il Tenda, ingegner Nicola Prisco

Tenda bis, terminati gli scavi sul lato italiano. Commissione Trasporti della Regione in visita al cantiere

Il sito che indica l'avanzamento dei lavori, aggiornato allo scorso 8 gennaio, non lo evidenzia ancora, ma da quella data ad oggi un progresso c'è stato: è infatti concluso lo scavo del lato italiano del Tenda bis.

Ventidue giorni fa mancavano 4 metri. Ora lo scavo ha raggiunto il lato francese dove, sempre allo scorso 8 gennaio, mancavano invece 513 metri. Anche quel dato è certamente inferiore. 

L'informazione del raggiungimento della Francia via tunnel bis è stata data ai sindaci della valle Vermenagna e ai rappresentanti del territorio in Consiglio regionale. Sono stati loro, in particolare il saviglianese Matteo Gagliasso della Lega, a chiedere e ottenere, per domani 1° febbraio, lo svolgimento della IIª commissione, quella Trasporti, proprio al cantiere.

Ci saranno il presidente della commissione Valter Marin, Gagliasso, Paolo Demarchi, Paolo Bongioanni e Ivano Martinetti, accompagnati dal commissario straordinario per Anas, ingegner Nicola Prisco. Non mancheranno i sindaci della valle, da Limone a Roccavione, e l'amministratore delegato della Lift, Antonella Zanotti.

I consiglieri hanno chiesto di poter vedere il cantiere per rendersi conto, in presa diretta, dello stato dei lavori e in particolare dello scavo, che si prevede possa terminare per la prossima Pasqua, in vista dell'apertura al traffico del traforo a fine ottobre prossimo. Tra soli 9 mesi.

Il territorio attende questa nuova infrastruttura da anni. La vecchia canna, prima utilizzata a senso unico alternato, è fuori uso dall'ottobre del 2020, quando la tempesta Alex si portò via una fetta della montagna all'uscita del traforo sul lato francese. La frana verrà scavalcata da un ponte a campata unica di 70 metri, per il quale sono in corso le necessarie opere propedeutiche e di consolidamento. Anche questa seconda infrastruttura sarà in capo a Edilmaco. 

Come ha evidenziato il consiliere Gagliasso, "senza una infrastruttura così importante tutto il territorio della Granda ha subito un pesante contraccolpo sia negli scambi commerciali con le regioni limitrofe sia in termini di flussi turistici, specialmente per la stagione invernale e in termini di presenze nelle stazioni sciistiche”.

Da quando il tunnel è chiuso, le piste di Limone Piemonte hanno perso circa il 30% di utenza, costituito da liguri e monegaschi.

Per cercare di sostenere l'economia e il turismo della località e dell'intera valle, da ieri sono attivi i treni della neve: sei coppie, tra Tenda e Limone e viceversa, in funzione fino al prossimo 30 aprile. Il servizio straordinario è stato pagato a metà dalla Regione Piemonte e dalla Region du sud.

Qui per le info e gli orari dei collegamenti, che si aggiungono alle tre coppie già attive sull'intera tratta Cuneo-Ventimiglia.

Barbara Simonelli

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di LaVoceDiAlba.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium