Eventi - 28 gennaio 2023, 07:36

Scopri le proposte per il tempo libero per questo ultimo fine settimana di gennaio

Primi coriandoli a Fossano e a Busca, Scivolandia a Pontechianale, mercatini, spettacoli per tutti i gusti, mostre imperdibili, iniziative in occasione della Giornata della Memoria: ecco alcune delle tante iniziative in programma nella Granda per sabato 28 e domenica 29 gennaio

Scopri le proposte per il tempo libero per questo ultimo fine settimana di gennaio

Tutti gli eventi della provincia li trovi su: www.visitcuneese.it, www.visitlmr.it e https://langhe.net

Consulta i riferimenti indicati per aggiornamenti o eventuali modifiche della programmazione.

Per conoscere le stazioni sciistiche e i centri fondo cuneesi aperti vai su: www.visitcuneese.it/dettaglio-esperienza/-/d/vacanze-neve-alpi-di-cuneo


Sfilate di Carnevale


Ritorna in grande stile il carnevale di Fossano. Sabato 28 gennaio, dalle 14.30, ci sarà la grande sfilata dei carri allegorici lungo un percorso di 1700 metri in via Roma, oltre 1000 figuranti, compresi quelli dei sette Borghi di Fossano e la partecipazione degli sbandieratori e musici dei Principi d'Acaja. Info e programma: www.facebook.com/visitfossano

Appuntamento nel fine settimana a Busca con il ''Carlevé 'd Busca' e le maschere buschesi, Micon e Miconëtta, con il Panaté e la Bela Panatera e i Birichin e le Birichine. Sabato 28 gennaio è in programma il carnevale dei bambini in maschera e la festa della birra con il Dj Don Paolo. Domenica 29 gennaio ci sarà la grande sfilata dei carri allegorici per le vie del centro, a seguire polentata e serata danzante con Maurizio e la Band. Per la sfilata dei carri si succederanno quattro grandi allestimenti con centinaia di figuranti al seguito e un gruppo mascherato. Ad aprire le fila: le majorettes, la Banda musicale e tante maschere provenienti da tutta la provincia. A guidare la parata, dal palco in Via Verdi, l’immancabile Giangi Giordano. Le serate in musica e il carnevale dei bambini si terranno nella tensostruttura riscaldata con servizio bar e guardaroba.

Info: www.facebook.com/comunedibusca


In montagna

Sabato 28 gennaio alle ore 20.30 alla Pineta Nord di Pontechianale torna Scivolandia, la discesa dei più improbabili mezzi sulle nevi di Pineta Nord, accompagnato da diverse iniziative collaterali, con dj set e animazione in pista e, a seguire, un after-party musicale nel salone del bar della località. Animazione con Andrea Caponnetto e Serena Scaffardi. A seguire dj set. Primo premio € 500 e premi alle migliori tifoserie. Costo iscrizione squadra € 25 con pacco gara per tutti gli equipaggi. La giuria scoprirà già qualcosa nell’ispezione dei mezzi delle 18.30, ma per il pubblico il velario sulle slitte sarà sollevato solo alla partenza, intorno alle 20.30. Premiazioni alle 23, che riguarderanno sì gli equipaggi più fantasiosi e performanti, ma anche il tifo più scatenato.

Info: www.facebook.com/prolocopontechianale2018

Sabato 28 gennaio alle 18.30 appuntamento con una delle Serate/ciaspolate “Notturna musicale” in Valle Gesso in compagnia della guida parco Luisa Sorrentino e della musicista Silvia Mattiauda, organizzate dalla locanda del Sorriso e da Aree Protette Alpi Marittime. Iscrizione obbligatoria. Ritrovo alla Locanda del Sorriso a Trinità di Entracque. Info: www.locandadelsorriso.com/news

Domenica 29 gennaio è tempo di ciaspolata a Monasterolo Casotto. A partire dalle ore 9 ritrovo dal minimarket in località Soprana. Al ritorno polentata organizzata dalla Proloco cittadina. Quota di partecipazione: 10€. Info: www.facebook.com/sentierolandande

Sempre domenica al parco divertimenti Village di Prato Nevoso si potrà salire a bordo del magico Trenino di Asso e lasciarsi trasportare in un viaggio emozionante, per una giornata all'insegna dei giochi e del divertimento. Info: www.facebook.com/pratonevosovillage


Mercatini

Anche questo fine settimana non mancheranno i tradizionali mercatini. Ogni ultimo sabato del mese, dalle 8.00 alle 18.00, sotto i portici che circondano Piazza Europa e Corso Nizza a Cuneo, tornano le bancarelle di antichità e collezionismo per il tradizionale mercatino Trovarobe.

Domenica tornerà il mercatino dei piccoli animali al Miac di Cuneo dalle 7.30 alle 12.

Sempre domenica alle 8.00 ci sarà l’apertura dell’edizione 2023 di Augusta Antiquaria, tradizionale appuntamento, per collezionisti e antiquari a Bene Vagienna con oltre 300 bancarelle di antichità e collezionismo disposte in Via Roma, Piazza San Francesco, Piazza Botero, Via Beata Paola, Via Gazzera e Via XX Settembre. Info: www.visitlmr.it/it/eventi/augusta-antiquaria-2023


Musei aperti a bambini e famiglie

A Savigliano è in programma al Museo Ferroviario sabato 28 gennaio l’evento “Piccoli artisti in viaggio verso l'Austria”. Alle ore 15 visita guidata a misura di bambino e corsette sul trenino, alle ore 16.30 laboratorio creativo con Ass. Voci di Mamme (3/10 anni). Costo € 5.

Info: www.facebook.com/MuseoFerroviarioPiemontese

Sempre sabato a Fossano presso il Museo Federico Sacco dalle 15.00 alle 16.30, è in programma una visita-gioco al Museo per famiglie con bimbi e ragazzi dai 10 anni in su.

Ad attendere i piccoli esploratori saranno minerali, fossili, lapilli, bombe laviche e altre sorprese che faranno vivere una coinvolgente avventura geologica. Quota di partecipazione 5 € a persona.

Prenotazione obbligatoria su www.parcofluvialegessostura.it.
Nell’ambito del progetto Famiglie al museo nel fine settimana il Museo Civico di Palazzo Traversa a Bra, in collaborazione con l’Associazione Culturale ArteMidì, propone i laboratori “Trame e legami: fili che uniscono”, dedicati ai bambini dai 6 ai 12 anni, sabato e domenica dalle 15 alle 18, e a quelli dai 10 ai 14 anni, solo domenica dalle 10 alle 12.30. Info: www.turismoinbra.it

Domenica a Revello si svolgerà «Merenda al Museo», un’attività di conoscenza del territorio rivolta a adulti e bambini. La proposta si compone di due momenti: si comincia con una visita al Museo Naturalistico del Fiume Po, a seguire si terrà la merenda, con la possibilità di continuare la chiacchierata naturalistica di fronte ad una cioccolata calda al Bar Pasticceria Del Viale. Partecipazione alla visita gratuita, merenda sarà a carico dei partecipanti; l’evento si svolgerà a partire dalle 15, con ritrovo al Museo Naturalistico del Fiume Po. Per partecipare è necessario iscriversi su: www.eventbrite.it/e/biglietti-merenda-al-museo-518591359717


Giornata della Memoria

Il 27 gennaio si celebra la Giornata della Memoria, ricorrenza celebrata a livello internazionale nel giorno in cui nel 1945 le truppe sovietiche della 60ª Armata russa liberavano i superstiti del campo di concentramento di Auschwitz. Ecco alcune delle tante iniziative organizzate nella Granda.

A Racconigi, Progetto Cantoregi propone il recital “Campioni della memoria. Lo sport e le leggi razziali”, che racconta le storie delle atlete e degli atleti perseguitati e uccisi a causa delle leggi antisemite. Va in scena sabato 28 gennaio alle ore 20.45 alla Soms. Ingresso gratuito. Sul palco Marco Pautasso, presidente di Progetto Cantoregi, che darà voce alle storie delle personalità̀ dello sport la cui vita è stata stravolta, se non annullata, a causa della persecuzione antisemita nazista e fascista. Ad affiancarlo saranno alcune studentesse e alcuni studenti dell’Istituto Arimondi Eula di Racconigi. Info: www.facebook.com/associazioneprogettocantoregi

In occasione di questa ricorrenza, la città di Saluzzo propone una serie di momenti di riflessione e condivisione. Sabato 28 gennaio alle 21 al cinema teatro “Magda Olivero” di via Palazzo di città, è in calendario “Il ballo di Irene” (con Alessia Olivetti), spettacolo teatrale che porta in scena l’incredibile storia di Irène Némirovsky, scrittrice ebrea morta ad Auschwitz nel 1942.
Ingresso gratuito, per informazioni www.cinemateatromagdaolivero.it

A Mondovì nel fine settimana sono in programma visite guidate con prenotazione obbligatoria. Sabato 28 gennaio alle 15.30, di fronte all’infopoint turistico di corso Statuto, partenza del tour “Mondovì Città della Memoria” con visita alle Targhe della Memoria di Mondovì (rioni Breo e Piazza) e al Ghetto Ebraico, con chiusura di giornata al Museo della Ceramica alle 17.30 con la conferenza del prof. Stefano Casarino “Le parole per ricordare: riflessioni sulla Shoah” con letture a cura della prof.ssa Giuditta Aimo. Ingresso libero.  Domenica 29 gennaio alle 15.30, sempre di fronte all’infopoint turistico di Piazza Maggiore, si replica il tour “Mondovì Città della Memoria” con visita guidata al Ghetto Ebraico e alla Sinagoga in collaborazione con la Comunità Ebraica di Torino. Info: https://comune.mondovi.cn.it

A Cuneo domenica 29 gennaio al Museo Casa Galimberti e alla Sinagoga è in programma la visita guidata “Compagni di classe. Duccio Galimberti e Annetta Disegni, dal Ginnasio di Cuneo agli orrori del Nazifascismo”. Le vicende umane di Duccio Galimberti e Annetta Disegni saranno illustrate nei luoghi simbolo delle loro esistenze: casa Galimberti dove Duccio nacque, visse e lavorò; la sinagoga di Contrada Mondovì, sicuramente conosciuta e frequentata da Annetta.
Al Museo Casa Galimberti, le visite guidate gratuite si svolgeranno alle 15.30 e alle 17, alla Sinagoga di Cuneo, le visite guidate sono a pagamento (€ 3,00) alle 15, 16 e 17.

Info: www.facebook.com/museocasagalimberti

A Genola domenica 29 gennaio alle 15.30, appuntamento nella sala polivalente Finestra sul castello con Maria Teresa Milano, ebraista e scrittrice che tratterà il tema della resistenza, in particolare, di quella tedesca, poco conosciuta. Il movimento si chiamava “La rosa bianca” e nel primo volantino uscito in Germania era scritto: “Fate resistenza passiva, resistenza ovunque vi troviate, impedite che questa macchina da guerra continui a funzionare, prima che le città diventino un cumulo di macerie”. Info: www.facebook.com/associazione.incortile.genola


Spettacoli e musica

Presso l'Auditorium San Giuseppe di Marene continua la Piccola stagione teatrale marenese. Sabato 28 gennaio alle 21.00 andrà in scena "A son da recoverè?", commedia in dialetto piemontese a cura della Compagnia teatrale El Fornel di Racconigi. Regia di G. Giachino. Prenotazione obbligatoria. Biglietti: Adulti 8,00 € Ridotto 4,00 € (minori 18 anni). Info e prenotazione: www.bibliomarene.com

Per la “Rassegna Teatro Piemontese” di Piasco, sabato 28 gennaio alle 21, nella sala dottor Serra la compagnia teatrale di Villanovetta-Verzuolo “ij Motobin” presenterà la commedia brillante “Non ti conosco più” di Aldo Benedetti. È possibile acquistare il biglietto di ingresso prima dell’inizio degli spettacoli, presso il cinema- teatro. Per i bambini di età inferiore a otto anni l’ingresso è gratuito, ma serve comunque la prenotazione. Info: www.piasco.net


Sabato alle 17.30 a Cuneo ci sarà lo spettacolo “Cosa c’è...?” che fa parte della rassegna per i più piccoli “Un teatro in mezzo ai libri” (consigliato dai 18 mesi). Appuntamento presso la Biblioteca 0-18. Un grande fazzoletto si trasforma in una casa/tenda con un fuori e un dentro dove con la mano e il naso ci si può intrufolare, con l’occhio guardare, e scoprire microcosmi di suoni, odori, forme, oggetti, colori, pezzetti di mondo dentro i quali si nascondono altri pezzetti di mondo. Uno spettacolo sulla curiosità, sull’aprire e chiudere, sul mostrare e nascondere, sul sentire, toccare, guardare. Sullo stare dentro e stare fuori. Info: www.melarancio.com/un-teatro-in-mezzo-ai-libri


Sabato 28 gennaio al Teatro Sociale "Giorgio Busca" di Alba andrà in scena “Uomo e galantuomo” di Eduardo De Filippo. Un meccanismo comico straordinario narra la storia di una compagnia di guitti scritturati per una serie di recite in uno stabilimento balneare. Proverbiale la scena delle prove di “Mala Nova” di Libero Bovio, in cui un suggeritore maldestro, continuamente frainteso dagli attori, ne combina di tutti i colori. Una commedia in cui si ritrovano temi cari a Eduardo: l’atavica lotta tra la faticosa miseria e la ricchezza; il perbenismo farisaico di nobili e borghesi; l’irriverente critica a un teatro declamatorio o sciatto e cialtronesco.

Info: www.teatroalba.it, biglietti anche su: www.ticket.it


Sempre sabato appuntamento da non perdere all’Auditorium dei Magazzini Merula

in via della Rocca a Roreto di Cherasco. Alle ore 16.30 è in programma il concerto del gruppo ARIANNA LuZ, progetto musicale inedito dal ritmo pop rock che nasce dall’incontro nel 2017 tra Arianna Luzi e Fabio Zito. Info: www.merula.com


A Saluzzo, il Teatro Magda Olivero, domenica 29 gennaio alle 17 ospiterà lo spettacolo “Ali Babà e i quaranta ladroni”, racconto tratto da Le mille e una notte. È la storia Alì Babà, un umile boscaiolo baciato dalla fortuna. Gli altri protagonisti sono Cassim fratello ricco ed ingordo e Mustafà, capitano di 40 ladroni, un brigante che custodisce un enorme tesoro in una caverna. La fiaba orientale viene raccontata attraverso l’uso del teatro di figura: grandi sagome e un continuo cambio di scenografie insieme ai suoni e alla musica creano uno spettacolo allegro e divertente adatto a tutti. Età consigliata dai 4 anni. Info: www.melarancio.com/un-sipario-tra-cielo-e-terra-saluzzo


La Fondazione Mirafiore a Serralunga d’Alba dedica, ai bambini e alle famiglie, una rassegna teatrale gratuita. Gli spettacoli si svolgono nel teatro della Fondazione la domenica pomeriggio alle 16.30. Appuntamento domenica 29 gennaio con lo spettacolo “Jazzole – Storie e coccole in chiave jazz”. Sarà un pomeriggio ricco di momenti per giocare con la musica, il jazz, le parole. Cos’è una jazzola? Una jazzola è…una jazzola. Ecco la ricetta. Per fare una jazzola occorrono: amore quanto ne potete contenere, qualche storia per le orecchie, due filastrocche per gli occhi, molte parole condite con fantasia, coccole e bacetti a volontà, pizzichi e tanta musica. Ingresso libero. Lo spettacolo è adatto per famiglie e bambini dai 5 anni in su.

Info: www.fondazionemirafiore.it/evento/jazzole-storie-e-coccole-in-chiave-jazz


Domenica 29 gennaio alle 16.30 al Teatro Sociale "Giorgio Busca" ad Alba, per la rassegna Burattinarte d’Inverno andrà in scena “Chi ha paura di denti di ferro?”, storia di una strega che trae le sue origini da un racconto della tradizione popolare della Turchia. Contravvenendo alle raccomandazioni della mamma, tre fratellini si troveranno indifesi nella casa di una malefica strega dai denti di ferro, dove hanno trovato rifugio al calar della notte. Per fortuna prima che la vecchia, come di prammatica, possa mangiarli, attraverso l’astuzia del più piccolo, riusciranno a scamparsela, lasciando la perfida creatura a bocca asciutta. Info: www.burattinarte.it

Biglietti anche su: www.ticket.it


Secondo appuntamento a Savigliano, domenica 29 gennaio, con la rassegna domeniche a teatro. Alle 16.30 sul palco del Milanollo sarà di scena Cuore, di e con Claudio Milani. Uno spettacolo che parla di emozioni, in particolare del governo delle emozioni. Si narra di un bosco nel quale vive la Fata che con i suoi cento occhi tutto vede, insieme all’Orco che tutto sente dentro la pancia. Nina si metterà tra loro e sarà proprio lei, piccola e intraprendente, a riportare l’armonia dei colori in un luogo grigio. C’è anche la Strega, che ha fatto una magia al bosco: chiunque entri non può più trovare la strada per uscire. Ma Nina, che profuma di miele, entra ed esce più di una volta, mentre il bosco si trasforma. Info: www.visitsavigliano.it/newseventi


Mostre e cultura nella Granda


Sabato 28 gennaio, alle ore 18, nella Sala comunale delle Conferenze "Capitano Luigi Scimè" di Mondovì Breo, verrà presentato il libro di Paola Farinetti, Tuffi di superficie. Sarà presente l'autrice che dialogherà con la giornalista Arianna Pronesti. Introdurrà e modererà l'incontro Francesca Botto, Assessore alla Cultura del Comune di Mondovì. Ingresso libero.

Un romanzo che procede per racconti dove non tutto è letteralmente vero, ma tutto è intimamente vero e crudo. Una donna di una cinquantina d’anni disegna sulla pagina scritta i fotogrammi della propria esistenza. Quella vissuta? Quella immaginata? È stata una bambina voluta, ma molto sola, una ragazza inquieta, una moglie e madre che ha vissuto momenti di felicità e di profondo dolore. A partire da dettagli apparentemente insignificanti Paola Farinetti si tuffa nel mare dei ricordi per poi riemergerne portando alla luce il senso dell’esistenza.


I Colori della Fede a Venezia: Tiziano, Tintoretto, Veronese è la mostra ospitata nel Complesso Monumentale di San Francesco a Cuneo con cinque pale d’altare di Tiziano Vecellio, Jacopo Robusti detto il Tintoretto e Paolo Veronese che incarnano l’essenza dell’arte veneziana. Le opere provengono da alcune tra le maggiori chiese lagunari e presentano i temi fondamentali dell’iconografia dedicata alla vita di Cristo: l’Annunciazione, il Battesimo, l’Ultima cena, la Crocifissione e la Resurrezione, offrendo una percezione di come il colore veneziano si sia posto al servizio della sacra narrazione. La mostra è visitabile, con ingresso libero, fino al 5 marzo 2023. 

Sabato 28 gennaio, alle 17, è in programma “Chromofonie, echi del 500 veneziano” in un’esperienza immersiva e interattiva. Prenotazione consigliata, posti limitati. Orario di visita della mostra nel fine settimana: sabato e domenica: 10- 19.30.

Info: www.fondazionecrc.it


Prosegue a Somano la mostra fotografica Vecchi mulini nei luoghi fenogliani nella biblioteca comunale "G. Peisino" in via Roma a Somano. La mostra sarà visitabile il sabato dalle ore 10 alle ore 12 e dalle ore 15.30 alle ore 17.30 o su prenotazione.

Info: www.facebook.com/comune.somano


Ad Alba, nella chiesa di San Domenico si può visitare fino al 29 gennaio la mostra “Verso Caravaggio – La luce del tormento”, un viaggio per conoscere Caravaggio partendo dalla fine della tormentata vita del maestro lombardo. L’esposizione ha al centro l’opera “San Giovannino Giacente”. Nel fine settimana è aperta dalle 10 alle 18. Info: www.piemontemusei.it


Il setificio seicentesco di Caraglio accoglie la mostra «Steve McCurry. Texture» con cento immagini del grande fotografo statunitense che accompagna i visitatori in un viaggio che documenta etnie, popoli e culture differenti. Una narrazione che parte da una sezione dedicata al tema della manifattura e della produzione e prosegue con una galleria dei più famosi ritratti di Steve McCurry, in cui i soggetti ripresi esprimono con fierezza il loro “essere” tanto nei ricchi abiti tibetani quanto nelle più semplici vesti dei rifugiati afgani, come nel caso dell’icona Sharbat Gula.  L’esposizione sarà aperta fino al 26 febbraio. Consigliata la visita guidata del setificio piemontese dove sono anche esposte alcune immagini di McCurry. Info. www.fondazioneartea.org e www.filatoiocaraglio.it


A Cherasco fino al 19 febbraio si può visitare la mostra “Joan Miró: l’alfabeto del segno e della materia” a Palazzo Salmatoris. Oltre 90 le opere esposte, di cui più di 40 di Miró, per un’esposizione che documenta la straordinaria vita artistica del Maestro catalano. Nato nel 1893 a Barcellona, Miró è tra i massimi esponenti del Surrealismo, ha attraversato e influenzato la maggior parte delle correnti artistiche che hanno caratterizzato il Novecento. Il sogno e la ricerca della massima libertà espressiva accompagnano lo spettatore per tutta la visita, in cui le opere del pittore dialogano con le opere presenti dei maggiori artisti internazionali. Un percorso artistico in cui sono esposti lavori anche di Dalì, De Chirico, Capogrossi ed Hartung. Info: www.comune.cherasco.cn.it

Anche a Busca la mostra “Joan Miró Genius loci. Sogno forza e materia” verrà prorogata fino al 19 febbraio. Prenotazioni: info@casafrancotto.it

Info: www.facebook.com/casafrancotto


Fino al 31 gennaio, presso la Casa delle Meridiane ad Ormea sarà possibile continuare a visitare gratuitamente la collettiva di pittura di artisti locali dal titolo “Pittori ad Ormea”,

realizzata con l’aiuto dell’associazione culturale Ulmeta. L’esposizione propone quadri e dipinti realizzati da artisti della Val Tanaro. Nei saloni la possibilità di ammirare le opere di Renzo Barcaroli, Mattia Bertola, Fiorenza Bianchieri, Antonio Celia, Silvestro Ferrero, Alessandro

Ghiglia, Cinzia Ramò, Paolo Roatta, Elisa Sappa e Alex Traterrestre. La collettiva di pittura è visitabile il sabato, la domenica dalle 10 alle 12 e dalle 15.30 alle 17.30.

Info: www.comune.ormea.cn.it


A Villanova Mondovì tutte le domeniche di gennaio si potranno visitare i Presepi nella Grotta dei Dossi. La cavità naturale si presenta come una spettacolare successione di corridoi e sale decorate con concrezioni policrome dalle sfumature più incredibili che ne fanno la grotta più colorata d’Italia. Visite alle 15, 16 e 17, prenotazione obbligatoria. Info: www.grottadeidossi.it

 

A Mondovì è da vedere Infinitum, l’innovativo percorso multimediale ed immersivo tra architetture, storie e personaggi nel cuore di un gioiello del barocco italiano, la Chiesa di San Francesco Saverio detta della Missione, nel centro storico di Mondovì Piazza.

Info e orari: www.facebook.com/Infinitum-Chiesa-della-Missione-Mondovì-110105130346562


A Bene Vagienna si possono visitare le mostre: “Realismo arcano”, rassegna di opere di Mirko Andreoli, nella cella del campanile della chiesa parrocchiale; “Utilità e

prestigio”, collezione di bastoni da passeggio ospitata a casa Ravera; “Interlocuzioni di arte contemporanea”, esposizione internazionale di pittura, scultura, fotografia, digital art e installazione allestita a palazzo Lucerna di Rorà. Info: www.amicidibene.it


Domenica 29 gennaio ad Alba è previsto uno degli appuntamenti con l’iniziativa “Tra le righe di Fenoglio”, organizzate in occasione del centenario dello scrittore albese. Alle 10.30 parte una camminata in 11 tappe nel centro storico di Alba, con partenza da piazza Rossetti 2, che si snoda tra vita privata e civile, dall’amato Liceo Govone al Palazzo Comunale e agli altri luoghi descritti e vissuti dallo scrittore. Info: www.beppefenoglio22.it


A Ceresole d’Alba domenica 29 gennaio sono in programma visite guidate al Museo della Battaglia (muBATT) per scoprire le vicende e le curiosità di una delle più importanti battaglie combattute da circa 30mila soldati stranieri in territorio italiano.  I protagonisti dello scontro furono l’esercito francese di Francesco I, uscito vincitore, e l’esercito degli Imperiali guidato da Carlo V, che si sfidarono per ottenere l’egemonia in territorio italiano il 14 aprile del 1544.

Il Museo della Battaglia ha l’obiettivo di raccontare la battaglia ed evidenziare lo stretto legame tra il territorio di Ceresole d’Alba e la sua straordinaria storia, ricca di vicissitudini. Tra le sale dello spazio espositivo il visitatore può cimentarsi in un viaggio alla scoperta della battaglia, ammirandone le testimonianze e i cimeli storici conservati preziosamente durante i secoli.

Info: www.facebook.com/museodellabattagliaceresoledalba

Bruna Aimar

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di LaVoceDiAlba.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

SU