/ Attualità

Attualità | 27 gennaio 2023, 18:43

Domani a Mondovì Paola Farinetti presenta i suoi "Tuffi di superficie"

Appuntamento alle 18 in Sala Scimè. Evento a ingresso libero realizzato in collaborazione con il Comune e dall'associazione culturale Territori

Paola Farinetti

Paola Farinetti

C'è un po' della vita di tutti noi nel romanzo di Paola Farinetti, "Tuffi di Superficie" (Gallucci, 2022), che verrà presentato domani a Mondovì

Si inizia da alcune istantanee della vita dell'autrice per poi finire a riflettere sui propri ricordi: c'è il cagnolino che tutti da bambini abbiamo sempre desiderato, la zia un po' fuori dalle righe, il primo amore, le calze bianche con i ricami per il giorno della festa. 

"L'obiettivo era quello di dare delle fotografie al lettore - ci spiega Paola, che abbiamo contattato telefonicamente in attesa della serata monregalese - Di fronte a una foto tutto è immobile, oggettivo, ognuno la interpreta a suo modo. Ed è quello che ho cercato di fare io scrivendo: raccontare rimandendo obiettiva."

La serata di domani sarà quasi un compleanno per "Tuffi di superficie" che è stato pubblicato quasi un anno fa...

"Quando è uscito tanti lettori mi hanno dato riscontri positivi, non è un diario, non voleva esserlo. Anche molti uomini, leggendolo, hanno ritrovato un po' del loro vissuto. Ci sono episodi che segnano, che hanno lasciato una traccia, sia essa uun sorriso o una ferita. Volevo raccontare quella che è una vita normale, quella di tutti, con tutti quegli episodi che ogni tanto ci capitano ma abbiamo timore di raccontare a chiunque. L'eccezionalità di una banale vita normale". 

Un viaggio tra i ricordi di oggi e quelli dell'infanzia che, inevitabilmente, daranno la loro impronta sul futuro. E non a caso Paola Farinetti all'inizio del libro inserisce una citazione del poeta Rainer Maria Rilke:"Non crediate che il destino sia qualcosa di più della densa stagione dell'infanzia". 

"Le due citazioni, quella di Rilke e quella di Teresa Ciabatti, le ho scelte perché racchiudono l'essenza del libro. Quello che viviamo nella nostra infanzia è ciò che in qualche modo determina tutta la nostra vita da adulti e, di conseguenza, come saremo con i nostri figli". 

DOMANI A MONDOVI' L'INCONTRO CON L'AUTRICE

Domani, sabaro 28 gennaio, il libro sarà presentato a Mondovì, alle 18, con la presenza di Paola Farinetti, nella sala conferenze Luigi Scimè, a fianco del municipio. 

Un evento a ingresso libero, realizzato in collaborazione con il Comune di Mondovì e dall'Associazione Culturale Territori

A introdurre la serata sarà l'assessore alla Cultura Francesca Botto.

IL ROMANZO

Una donna di una cinquantina d’anni disegna sulla pagina scritta i fotogrammi della propria esistenza. Quella vissuta? Quella immaginata? È stata una bambina voluta, ma molto sola, una ragazza inquieta, una moglie e madre che ha vissuto momenti di felicità e di profondo dolore. A partire da dettagli apparentemente insignificanti – un cappotto di tweed, una ciabatta, la scia di un piccolo aeroplano – Paola Farinetti si tuffa nel mare dei ricordi per poi riemergerne portando alla luce il senso dell’esistenza.

L'AUTRICE 

Nata ad Alba, classe 1967, Paola Farinetti è figlia di un comandante partigiano che nel dopoguerra si è fatto imprenditore, lavora da più di vent’anni nel campo dello spettacolo, della musica, della cultura. Lo ha fatto a lungo con suo marito, Gianmaria Testa, indimenticato cantautore scomparso nel 2016, e con artisti come Erri De Luca, Paolo Rossi, Giuseppe Battiston, Giuseppe Cederna, Mario Brunello e molti altri. Ha un figlio adolescente che si chiama Nicola.

 

Arianna Pronestì

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di LaVoceDiAlba.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium