/ Attualità

Attualità | 26 gennaio 2023, 17:28

Caos passaporti, Cirio incontra questori e prefetti: "Valutiamo di coinvolgere i Comuni per il rilascio dei documenti"

Il Governatore ha ricevuto garanzie sul fatto che tutti i documenti verranno rilasciati in tempo, ma si studiano task force e soluzioni oltre agli open day

E' inaccettabile che i cittadini debbano aspettare così tanto per avere un passaporto". Le parole le pronuncia Alberto Cirio, presidente della Regione Piemonte, prima di partecipare al tavolo da lui voluto e convocato in Prefettura, a Torino. Un tavolo a cui hanno partecipato tutti i prefetti e i questori della regione, con un obiettivo: cercare di sbloccare l'odissea dei passaporti in Piemonte.

Open day presi d'assalto

Sì, perché a oggi ottenere un appuntamento è pressoché impossibile e gli open day organizzati dalla Questura vengono presi d'assalto, con persone in coda dalle luci dell'alba. Per ottenere un passaporto, oggi, servono mesi e mesi d'attesa. Un disguido non da poco, sia per chi ne ha bisogno per tornare dalla propria famiglia all'estero sia per chi vuole programmare un viaggio all'estero.

"Ho chiesto questo incontro per dare la disponibilità della Regione a supportare, nei modi possibili, il lavoro delle Prefetture e delle Questure che, come noto, hanno registrato un forte aumento delle richieste legate ai passaporti - spiega il presidente Cirio - È fondamentale che i cittadini possano avere i documenti necessari all’espatrio in tempo utile e ringrazio i Prefetti e i Questori per la disponibilità a potenziare sia gli open day che gli sportelli dedicati alle pratiche urgenti. Abbiamo anche valutato la possibilità di coinvolgere i Comuni per rendere il servizio più capillare e vicino ai cittadini".

Il vertice in Prefettura

L’incontro si è svolto presso la Prefettura di Torino. Presenti insieme al presidente della Regione, il prefetto Raffaele Ruberto e il Questore di Torino Vincenzo Ciarambino, e in videocollegamento dalle loro sedi i Prefetti e i Questori di tutte le altre province del Piemonte. Il presidente ha ricevuto garanzie sul fatto che tutti i cittadini riceveranno i documenti in tempo.

In consiglio regionale erano inoltre stati approvati due ordini del giorno presentati dai capogruppo di Forza Italia e di Liberi Uguali Verdi, Paolo Ruzzola e Silvana Accossato, per chiedere una accelerazione sui tempi di rilascio dei documenti. In particolare, solo sul territorio torinese, il 40% delle richieste riguarda chi ha la necessità di recarsi in Gran Bretagna dopo la Brexit.

"Faremo da portavoce con il Governo"

In questo caso un accordo bilaterale tra i nostri Governi per consentire l’utilizzo della semplice carta di identità, come avviene già per molti altri Paesi extra europei, agevolerebbe moltissimo e ridurrebbe notevolmente il carico di pratiche. Ci faremo portavoce con il Governo di questa richiesta” conclude il presidente Cirio.

Andrea Parisotto

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MARZO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di LaVoceDiAlba.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium