/ Al Direttore

Al Direttore | 23 gennaio 2023, 09:40

ATC CN5 Cortemilia: "Libera Caccia Cuneo chiede spiegazioni ma viene invitata a chiederle ad altri"

Riceviamo e pubblichiamo

Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Certamente siamo al paradosso perché a nulla sono valse le richieste di chiarimenti avvenute negli ultimi mesi e indirizzate al Comitato di Gestione dell’ATC CN4/ATC CN5 volte a conoscere eventuali disposizioni in merito all’attività venatoria e al suo svolgimento nel pieno rispetto delle regole.

Di fatto l’ATC CN5 come da proprio statuto ha l’onere di programmare l’attività venatoria e poi dare le informazioni necessarie: motivo per il quale è stato richiesto l’inserimento sul sito istituzionale dei regolamenti in vigore ai quali i cacciatori dovrebbero attenersi; tutto inutile, come del resto inutile la richiesta di pubblicazione delle delibere del Comitato che resta inevasa.

Alle richieste di conoscere il disciplinare per la caccia al cinghiale in sintonia anche delle norme PSA, a oggi l’unica risposta ottenuta è stata “ il Comitato ha adottato le Linee Guida cinghiale perché la redazione di un ordinamento sarebbe stata superflua vista l’annosa problematica della PSA”.

Resta ancora inevasa la richiesta di spiegazioni in merito all’autorizzazione di una squadra in programmata i cui referenti hanno ottenuto l’abilitazione successivamente all’inizio della stagione venatoria nonostante le invocate Linee Guida impongano il possesso dei requisiti alla data di scadenza di presentazione delle squadre.

Tutte situazioni queste, per le quali sono state richieste spiegazioni ma che a oggi non sono pervenute alcune risposte di garanzia a quanto richiesto e sollevato.

Ciò nonostante questo diniego, anche tramite un accesso atto nei modi previsti dalla normativa, è stato inizialmente rifiutato perché l’ATC CN5 ha ritenuto che l’Associazione Venatoria e il suo legale rappresentante provinciale non avessero la dovuta motivazione e, comunque il non riconoscimento dell’interesse per i documenti richiesti.

Al cacciatore iscritto all’ATC, non è dovuto sapere, alle Associazioni Venatorie non è dovuto sapere, perché ogni richiesta è vista come un controllo generale della gestione, di conseguenza in ultimo la necessità di rivolgersi alla Provincia di Cuneo o alla stessa Regione Piemonte.

In ultimo sono state richieste spiegazioni in merito alla caccia selettiva a squadre per il periodo 19 dicembre – 31 Gennaio, e nello specifico il perché nonostante l’inizio fosse stato previsto dalla Regione Piemonte per il 19 dicembre, le squadre abbiano ricevuto le autorizzazioni solo il 29 dicembre e perché ad oggi i confini dei distretti non sono stati ancora resi pubblici. Sul sito dell’ATC CN5 infatti è apparso il seguente comunicato: A seguito di talune segnalazioni, sono in corso le opportune verifiche tendenti a valutare eventuali criticità sui confini tra l'ATC CN5 e i territori circostanti. Per ogni evenienza, s’invitano momentaneamente i soci dell'ATC CN5, a far riferimento al tabellamento sul campo o paradossalmente è possibile scaricare un'altra cartina

http://www.atccn5.it/doc/cartina_distretti_cinghiale_cn5-gennaio_22.pdf .

Quali scelte abbiano poi indotto il Comitato di Gestione ATC CN4/ATC CN5 a stabilire due giornate diverse per l’uscita delle squadre, il mercoledì nell’ ATC CN4 e il giovedì nell’ ATC CN5, non sono date a sapersi e pertanto inspiegabile il perché lo STESSO COMITATO abbia fatto scelte diverse.

Anche sui piani di abbattimento per i quali lo stesso ATC dovrebbe darne comunicazione, il tutto è fermo all’aggiornamento del 22/07/2019, seppur anche in questo caso la Regione Piemonte richieda una tempestiva pubblicazione dei documenti.

Tutte situazioni rispetto le quali sono stati chiesti chiarimenti ma che ancora ad oggi i più restano in attesa di conoscere. Poiché proprio la stessa Regione Piemonte ha anche il compito di vigilare su quanto posto in campo dagli ATC, sarebbe opportuno che le spiegazioni giungessero in tempi utili o che nell’iter di modifica dei requisiti per le nomine dei componenti all’interno dei nuovi Comitati di Gestione, inserisca all’interno degli stessi un componente di garanzia operativa nominato dalla Provincia o dalla Regione per questi 38 ATC e CA della Regione Piemonte.

La Segreteria Provinciale ANLC Cuneo

lettera firmata

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium