/ Attualità

Attualità | 20 gennaio 2023, 11:15

Dai controlli sulle strade ai progetti contro il bullismo: la Polizia Locale di Bra traccia un bilancio di un intenso 2022

Sinistri in crescita (+12%), mentre sono raddoppiati i veicoli privi di assicurazione. Potenziati anche i controlli in materia ambientale: +56% di infrazioni. Da sindaco e vice il ringraziamento al commissario capo Mauro Taba, che si avvicina alla pensione dopo 25 anni alla guida del Comando

Ventidue gli effettivi in servizio al Comando di via Moffa di Lisio

Ventidue gli effettivi in servizio al Comando di via Moffa di Lisio

Non solo multe e non soltanto quelle per divieto di sosta, anzi. Se negli ultimi dodici mesi di attività la Polizia Locale di Bra ha notificato 15mila sanzioni per violazioni al Codice della Strada, oltre 12mila di queste riguardano in realtà infrazioni "dinamiche". Riguardanti cioè comportamenti di potenziale pericolo per l’incolumità propria e degli altri utenti della strada: eccessi di velocità (22 quelli di oltre 60 km/h rispetto ai limiti, 137 di oltre i 40 km/h orari), guida pericolosa (55), mancanza di copertura assicurativa (82, il doppio rispetto all’anno scorso), omessa revisione del veicolo (537), cellulare alla guida (59), guida con patente revocata o mai conseguita (10) e fuga in caso di incidente senza feriti (8).

A fronte di 3.227 accessi all’area pedonale rilevati dalle telecamere, le multe per infrazioni "statiche" contano "appena" 1.539 divieti di sosta generici, 128 soste in spazi riservati a invalidi, 230 quelli nella Ztl, 768 in zone a pagamento.

Ma il presidio di sicurezza e legalità sulla rete stradale cittadina è solo una piccola parte di quanto realizzato dal Comando di via Moffa di Lisio, la cui sede, nel tardo pomeriggio di ieri (giovedì 19 dicembre), è stato teatro del tradizionale incontro utile a fare il punto sulle attività realizzate nell’ultimo anno e per darsi appuntamento ai tradizionali momenti (oggi alle 18 la messa presso la chiesa dell’Oratorio Salesiano in viale Rimembranze; domenica alle 17 il concerto del pianista Alessandro Varlotta presso il coro della chiesa di Santa Chiara) che da sempre ai piedi della Zizzola accompagnano i festeggiamenti per il patrono del corpo San Sebastiano.

Nel novero delle cose fatte passato in rassegna dal vicesindaco delegato Biagio Conterno e dal comandate del Corpo, il commissario capo Mauro Taba, rientrano ancora le competenze di infortunistica stradale, che con 226 incidenti rilevati si segnalano in discreto aumento rispetto al biennio della pandemia. Un 12% in più di sinistri che in un caso hanno provocato la morte di una persona (la 78enne che a settembre venne investita da un ciclomotore in viale Risorgimento) e in altri 50 causato il ferimento di 61 malcapitati.

L’elenco prosegue con le attività di polizia ambientale, per le quali si rileva l’incremento dei controlli per prevenire e reprimere i comportamenti scorretti in tema di abbandono ed errato conferimento di rifiuti (238 i casi verificati, contro i 150 del 2021, per un aumento pari al 58%, con 36 persone sanzionate per abbandono di rifiuti e 39 per "comportamenti di degrado").

Importante anche il servizio di viabilità e vigilanza presso i plessi scolastici, con quattro istituti che usufruiscono del servizio continuativo (a rotazione nelle frazioni), con un impegno complessivo di 2mila ore all’anno.

In questo ambito da rimarcare un progetto dedicato al contrasto del bullismo nelle scuole superiori cittadine, mentre tra le iniziative di cosiddetta sicurezza urbana si segnalano i controlli effettuati nei giardini di piazza Roma in orario pomeridiano, serale e notturno, per la verifica dell’ordinanza (rinnovata sino alla fine dell’anno) che vieta l’introduzione del vetro e il consumo di alcol in tutte le aree verdi cittadine.

Ma anche i controlli in occasione di "Aperitivi in Consolle", in collaborazione coi Carabinieri e con l’impiego di almeno sei operatori di Polizia Locale ogni venerdì. Attività sommatasi a quella richiesta per dare supporto all’organizzazione delle tante manifestazioni che hanno segnato la ripartenza degli eventi in città dopo il fermo per la pandemia.

A completare il quadro la vigilanza edilizia (tre le denunce per abusi in materia), la sempre più impegnativa attività amministrativa e di polizia giudiziaria (quasi 1.500 gli atti notificati, oltre 2mila controlli sulle residenze e variazioni delle stesse), la vigilanza sul commercio e l’attività di front office (3.434 ordinanze collegate al Codice della Strada, 156 contrassegni invalidi rilasciati, 531 comunicazioni di "ospitalità", 317 autorizzazioni all’occupazione di suolo pubblico, per citare le principali).

Una mole di servizi e operazioni che il Comando ha realizzato tramite un corpo ora composto da 22 effettivi, considerato che agli ordini del comandante Taba operano altri 2 commissari (uno dei quali con funzione di vice), 3 ispettori capo, 2 ispettori, 5 assistenti, 3 agenti scelti e 6 agenti, cinque dei quali arrivati nell’ultimo anno. A loro fianco tre impiegati amministrativi, un ausiliario del traffico e un addetto al controllo ambientale.  

Insieme hanno potuto assicurare pattugliamenti stradali in ogni giorno dell’anno, dalle 7,15 alle 19,30/20, oltre a uscite serali tutti i venerdì e sabato fino all’una di notte.

Agenti tutti presenti alla cerimonia cui hanno presenziato tra gli altri buona parte della Giunta (con sindaco e vice gli assessori Lucilla Ciravegna e Daniele Demaria, numerosi consiglieri comunali, la consigliera provinciale Bruna Sibille e il comandante del locale Gruppo della Guardia di Finanza.



A loro è andato il ringraziamento del sindaco Gianni Fogliato, che ha parlato di "forte gratitudine per un impegno non sempre riconosciuto quanto si dovrebbe", assicurando "la vicinanza della città alla vostra attività". E quello del suo vice Biagio Conterno: "Dietro la realtà della nostra Polizia Locale – ha spiegato – ci sono persone che 365 giorni all’anno e spesso per più di 13 ore al giorno sono di fondamentale importanza per garantire sicurezza e presidio del territorio".

Oltre a snocciolare i dati di attività il delegato della Giunta alla Polizia Locale ha suggerito l’applauso arrivato dalla platea all’indirizzo del comandante Taba, che dopo 25 anni di servizio a Bra è giunto al meritato momento della meritata pensione, a partire dal prossimo 1° luglio.  
"Questa è quindi l’occasione – si è rivolto a lui il vicesindaco – per esprimere il ringraziamento dell’Amministrazione nei confronti di una persona che dal 1998 ha l’incarico di comandare la Polizia Locale di Bra. In questo quarto di secolo ha conosciuto approfonditamente il nostro territorio e la nostra realtà, e ha svolto questo compito con grande preparazione e discrezione. Una persona di poche parole, ma sempre giuste e precise. Una persona perbene, che ha avuto le capacità dell’equilibrio e del giusto distacco emotivo delle situazioni, oltre a un grande rispetto per l’istituzione. Questi 25 anni hanno lasciato un segno, con chi ha collaborato con lei, ma anche contribuendo a far sì che questo Corpo fosse preso a modello anche a livello regionale. A lei un grandissimo ringraziamento e un augurio".

Ezio Massucco

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di LaVoceDiAlba.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium