/ Attualità

Attualità | 08 dicembre 2022, 14:34

Parco Tanaro ad Alba: il progetto dell'associazione Collisioni è quello vincente per il rilancio dell'area

«Lavoreremo su un arco di tempo di almeno cinque anni - afferma l'assessore al turismo Emanuele Bolla - in cui rendere sicuro, pulito, fruibile e attrattivo il parco per ospitare eventi di diversi generi»

Parco Tanaro: la zona nel cerchio bianco è quella interessata all'importante intervento di rilancio

Parco Tanaro: la zona nel cerchio bianco è quella interessata all'importante intervento di rilancio

Parco Tanaro, una zona della città di Alba da valorizzare, e recuperare in alcune parti, così da renderla più sicura, pulita, fruibile e attrattiva.

Il Comune di Alba sta lavorando già da alcuni giorni per ripulire alcune parti diventate vere e proprie discariche e per rendere più fruibili le zone pedonali attuali, e, soprattutto, ha investito tempo e denaro per rendere l’area adatta a lavori di netto miglioramento di cui ha parlato l’assessore al turismo Emanuele Bolla, per una prima parte di interventi preposti ad attività legate ad eventi, in base alla proposta dell’organizzazione Collisioni accettata come la migliore delle due pervenute da parte della commissione esterna che le ha esaminate, dopo il bando. Le cifre: il Comune ha stanziato 75 mila Euro e farà pagare un canone annuo di 2 mila Euro al gestore.


«Lavoreremo su un arco di tempo di almeno cinque anni - afferma Emanuele Bolla - in cui rendere sicuro, pulito, fruibile e attrattivo il parco Tanaro per ospitare eventi di diversi generi proposti dall’organizzazione Collisioni la cui proposta ricopre questo arco di tempo per idee e lungimiranza. Preciso subito che l’uso di questa zona del parco sarà anche pubblica, e non solo a favore di Collisioni».

Come sarà strutturata? Dalle prime analisi il progetto è interessante: «Per sommi capi - continua l’assessore Bolla - la proposta è divisa su due parti dell’anno: in estate verrà posizionato un palco coperto semipermanente per serate di musica, conferenze, spettacoli per famiglie e bambini con possibilità di ristorazione, concerti per giovani. In inverno ci sarà il Circo di Collisioni, “Aspettando Collisioni” e pomeriggi dedicati alle attività circensi.

Si pensa anche ad una piantumazione di essenze erboree per la biodiversità, poi da scoprire con con passeggiate letterarie in un parco digitale per interagire con la sua flora. A proposito di questo il Centro Nazionale Tartufo ha donato ad Alba venti piante tartufigene che saranno piantumate in una zona ancora da stabilire. E non dimentichiamo conferenze con scrittori, cantanti e personaggi della letteratura.

Si farà molta attenzione alle prescrizioni di Legge in materia di limitazioni sonore: a proposito verranno fatti investimenti in questo senso per non disturbare le persone che abitano nelle vicinanze.

Sarà molto importante anche l’aspetto dell’illuminazione per rendere il parco Tanaro più sicuro e attrattivo durante le passeggiate anche serali. Pensiamo anche di potenziare la vigilanza. Si terrà conto anche del calendario attuale degli eventi per dare a tutti la possibilità di partecipare alle varie manifestazioni.

Questo è un primo passo per migliorare un’area molto grande della città che durante gli anni non ha avuto grande risonanza per gli eventi. La zona interessata su cui stiamo ragionando è quella presente dietro al Golf Club Alba, sul lato sinistro della strada, dove abbiamo già fatto un importante intervento di pulizia».

«Questa partenza testimonia come si sia aperti alle diverse idee per migliorare il Parco Tanaro nella sua interezza nel tempo - precisa Massimo Reggio, assessore alle opere pubbliche – perché è giusto raccogliere proposte e, se valide, metterle in pratica. Ad esempio, per le attività sportive, ci sarà ricollocazione dello skatepark, scelta condivisa con le associazioni che lo utilizzano.

Stiamo ragionando anche per una pista per biciclette. Il parco avrà aree verdi per attività outdoor e di immersione nella natura, senza dimenticare la parte di sgambamento cani e il mantenimento della piattaforma multifunzionale che è una risorsa importante da mantenere. Concludo che il chiosco è in fase conclusiva di affidamento: ha un ruolo di guardia e di ristoro».

Livio Oggero

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MARZO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di LaVoceDiAlba.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium