/ Cronaca

Cronaca | 07 dicembre 2022, 07:03

Ubriaco, rubò un'auto a Carrù per tornare a casa ma la danneggiò: due anni di carcere

Il furto è avvenuto in una notte di luglio di tre anni fa. Nei confronti dell'uomo il giudice ha comminato anche 800 euro di multa ed una provvisionale di altri 280 per la parte civile

Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Aveva deciso di tornare a casa sua, a Farigliano, a bordo dell’auto che aveva rubato poco prima in un cortile condominiale di Carrù; scelta, questa, che è costata a E.S., trentunenne albanese, una sentenza di condanna al Tribunale di Cuneo per furto aggravato.

Nella notte del 13 luglio 2019, l’imputato si intrufolò nel cortile di casa di un connazionale e rubò l’Audi della donna (parte civile). A bordo di questa tornò verso casa sua, provocando però alcuni danni alla carrozzeria e al cambio dell’auto che resero necessario l’intervento del carroattrezzi.

I Carabinieri ritrovarono poi il veicolo abbandonato nei pressi si piazza San Giovanni e E.S. nei paraggi. Dalla attività di indagine era emerso che l’imputato, quella sera, era già stato identificato per via di un furto in un pub a Carrù e che sarebbe stato ubriaco.

Alla richiesta di condanna del pubblico ministero a quattro anni e 900 euro di multa, si è associata la parte civile chiedendo anche il risarcimento di 500 euro per i danni all’auto. La difesa dell’imputato ha invece sottolineato che, oltre ad essere nullatenente, il suo assistito è sottoposto all’amministrazione di sostegno ed è in attesa del riconoscimento dell’invalidità civile.

Una spiegazione, questa, che non ha convinto il giudice, che infatti ha accolto la richiesta dell’accusa condannando il trentunenne a una pena di due anni di reclusione, 800 euro di multa, oltre al pagamento di una provvisionale di 280 euro in favore della parte civile.

CharB.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium