/ Solidarietà

Solidarietà | 04 dicembre 2022, 08:00

Una settimana per raccogliere generatori, stufe e coperte: la spedizione dal saluzzese a Leopoli di Kira 

Si cercano donatori di materiale per affrontare l'inverno che molti ucraini stanno affrontando senza riscaldamento e senza luce. Il viaggio partirà mercoledì 14 dicembre. Il presidente dell'associazione Lanciani: "Siamo alla quarta missione. Prima trasportavamo cibo e medicine. Ora il problema è energetico"

Una settimana per raccogliere generatori, stufe e coperte: la spedizione dal saluzzese a Leopoli di Kira 

Partirà dal saluzzese mercoledì’ 14 dicembre la missione umanitaria per portare generatori, stufette, coperte e abbigliamento pesanti a Leopoli, da qui saranno donate alle popolazioni ucraine, coinvolte nel conflitto. 

L’iniziativa è della Kira Association, creata da Paride Lanciani all’inizio del conflitto. Nell’anno corrente era già state organizzate diverse spedizioni. A marzo, ad aprile e a luglio. 

“In quell’occasione le necessità erano differenti - spiega Lanciani - portavamo viveri, cibo e farmaci. Oggi la guerra si è spostata su un piano diverso. Il problema ora è energetico con il freddo dell’inverno e gran parte della popolazione che non può scaldarsi. KIRA si è immediatamente attivata nell’organizzazione di una missione nella settimana antecedente il Natale, nell’obiettivo di raccolta di fondi e materiale di prima necessità. Sono giunte richieste di generatori di corrente come elemento primario d’urgenza. Il costo di questi strumenti è elevato: riveste carattere prioritario il contributo economico; l’intero importo raccolto sarà impegnato nell’acquisto di tali strumenti.”

Oltre a generatori saranno ben accette stufette elettriche, radiatori elettrici, stufe a legna, stufe a gas, a kerosene (anche di recupero). 

Così come saranno raccolte bombole a gas da camping, rigorosamente scariche in quanto potranno essere caricate in loco. 

Oltre al materiale per scaldarsi saranno utilissime coperte, piumini, smacchia a pelo, intimo termico per adulti e bambini, indumenti tecnici da montagna. 

Il punto di raccolta, come nelle precedenti spedizioni sarà allestito presso l’azienda BigMat in via Unità d’Italia a Manta. 

Per chi volesse contribuire alla raccolta fondi sarà necessario effettuare un bonifico all’associazione KIRA AID ASSOCIATION - ets. - BANCO BPM Codice Swift: BAPPIT21760 - Codice Iban: IT53 B 05034 46770 000000017652 o tramite Satispay (attraverso il QR allegato o cercando Kira alla voce negozi sull’applicazione.

In entrambi i casi si effettuerà la ricevuta per la detrazione fiscale. 

Il carico sarà allestito in 3 o 4 van che si uniranno nel viaggio ai mezzi dell’Istituto Maria Ausiliatrice di Lecco per un totale di una decina di furgoni carichi di materiale utile al popolo ucraino per affrontare questo inverno. Una volta consegnato la donazione sarà smistata dove ce ne sarà più bisogna attraverso le organizzazioni salesiane.

Il ritorno della missione è previsto per il 18 dicembre. Come nelle altre spedizioni saranno organizzati al ritorno dei pulmini che porteranno dei profughi di guerra presso un centro di accoglienza a Viterbo. 

Per maggiori informazioni si può contattare il presidente Paride Lanciani  al 3481448199 o visitare la pagina facebook di Kira Association.


Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium