/ Sanità

Sanità | 02 dicembre 2022, 17:01

Covid-19, in Piemonte casi ancora in crescita: nel cuneese 232 casi giornalieri

Si tratta di una media, realizzata dall'osservatorio regionale che settimanalmente comunica l'andamento della pandemia. In Piemonte si parla di 2.662 nuovi casi

Covid-19, in Piemonte casi ancora in crescita: nel cuneese 232 casi giornalieri

In Piemonte la curva dei contagi presenta un andamento moderatamente in crescita. In alcune fasce di età scolastica si registra un calo dei casi e l'occupazione dei posti letto ordinari si attesta al 10,3%; quella dei posti letto in terapia intensiva si attesta al 3,2%, invariata rispetto alla settimana precedente, mentre la positività dei tamponi è al 15,6%.

A livello regionale, nel periodo dal 25 novembre al 1° dicembre i casi medi giornalieri dei contagi sono stati 2.662. 232 quelli cuneesi. In totale, su base regionale, i casi degli ultimi sette giorni sono stati 18.634 (+1.845): la Granda ne conta 1.621 (+235).

Nella settimana dal 25 novembre al 1° dicembre l’incidenza regionale (ovvero l’incremento settimanale di nuovi casi di Covid per 100.000 abitanti) è stata 438.2 con andamento crescente (+11%) rispetto ai 391.1 dei sette giorni precedenti.

Nella fascia di età 19-24 anni l’incidenza è 231.7 (+16,7%), in quella 25-44 è 407.1 (+9 %), tra i 45 ed i 59 anni si attesta a 534.2 (+10,6%), nella fascia 60-69 è 550.2 (+10,5%). Tra i 70-79 anni è 557.3 (+11,7%) e nella fascia over80 l’incidenza risulta 604.5 (+19,5%).

In età scolastica, nel periodo preso in esame, l’incidenza rispetto ai sette giorni precedenti è in calo nelle fasce 0-2 anni, 6-10 e 14-18 anni. Nel dettaglio: nella fascia di età 0-2 anni l’incidenza è 116.5 ( -4%), nella fascia 3-5 anni si registra un’incidenza di 47.1 (+25,9%), nella fascia tra i 6 ed 10 anni l'incidenza è 91,2 (-15,2%), nella fascia 11-13 anni l'incidenza è 175.1 (+10,9%), nella fascia tra i 14 ed i 18 anni l’incidenza è 188.1 (-1,9%).

Ancora prevalente Omicron 5

Dai dati diffusi da Arpa, gli esiti delle analisi di sequenziamento delle acque reflue sui campioni prelevati il 21 novembre indicano la dominanza della sottovariante di Omicron BA.5 solo nel depuratore di Novara mentre nei depuratori di Alessandria, Castiglione Torinese e Cuneo è dominante la sottovariante di Omicron BE.1.1.

Per questi tre depuratori, dall’analisi bioinformatica emerge che sono presenti anche altre mutazioni con alta frequenza appartenenti alle sottovarianti di Omicron BA.5.3.

In merito alla sottovariante di Omicron BA.2.75 e alle sue sottovarianti, sono state osservate nel depuratore di Novara mutazioni specifiche ed univoche con bassa frequenza appartenenti alle sottovarianti BA.2.75.1.1.4 e BA.2.75.2.6.
Non si osservano mutazioni specifiche per le sottovarianti Omicron BA.1, BA.3, BA.4, BA.2.12.1 e BG.

Le vaccinazioni
Tra venerdì 25 novembre e giovedì 1° dicembre sono state vaccinate 36.305 persone: 82 hanno ricevuto la prima dose, 144 la seconda, 817 la terza, 23.553 la quarta, 11.679 la quinta. Dall'inizio della campagna vaccinale sono state somministrate in Piemonte 10.636.648 dosi, di cui 3.344.199 come seconde, 2.959.445 come terze, 686.001 come quarte, 40.370 come quinte.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium