/ Eventi

Eventi | 19 novembre 2022, 18:42

A Vezza d’Alba in cerca di tartufi nel bosco del “Trifolao” [FOTO E VIDEO]

Un bell’inizio della Fiera Nazionale del Tartufo di Vezza con la “cerca” e la piantumazione dell’albero tartufigeno

A Vezza d’Alba in cerca di tartufi nel bosco del “Trifolao” [FOTO E VIDEO]

 

La 42° Fiera Nazionale del Tartufo Bianco e dei Vini del Roero di Vezza d’Alba è cominciata oggi con un pomeriggio dedicato ai bambini e ai “tabui”, i bravissimi cani da tartufo, veri protagonisti di una “ricerca” nella tartufaia didattica gestita dall’associazione 'Tartufai delle Rocche del Roero'.

Invitati dagli organizzatori della manifestazione vezzese, molti bambini e i loro genitori hanno assistito ad una ricerca del tartufo nel 'Bosco del trifolao', nella quale i cani hanno dimostrato tutta la loro abilità.

Proprio in quel piccolo bosco, ricavato con un lungo lavoro di risanamento e pulizia dagli infestanti, è stato piantumato un tiglio, uno dei tanti alberi tartufigeni: dedicato ai bimbi nati nel 2021 rimarrà come segno di continuità della tradizione roerina.

Molte realtà locali supportano il lavoro del gruppo guidato da Tino Marolo, che manifesta tutta la sua soddisfazione per il lavoro costruito finora: “Siamo una sessantina di soci in tutto, oltre 50 sono trifolao. Il nostro obiettivo primario è la salvaguardia del bosco, senza il quale non ci sarebbero i tartufi. Occorre mantenere attive le tartufaie esistenti, crearne di nuove, libere a tutti e non recintate. Siamo sostenuti dal Comune di Vezza, dai Cavalieri di San Michele del Roero di Carlo Rista, da Canale Ecologia e da tanti collaboratori validi come Tartufingross. Insieme facciamo un lavoro di squadra sul territorio e vedere tanti bambini che partecipano a questo evento ci incoraggia a continuare. Ho detto loro che l’albero piantato produrrà i tartufi tra vent’anni e toccherà a loro proseguire nella cura dei nostri boschi”.

Presenti il sindaco Carla Bonino, il presidente dell’Ente Fiera Roberto Cerrato, Carlo Rista in rappresentanza dell’Ordine dei Cavalieri di San Michele del Roero, simpatizzanti, amici e loro … i “tabui”. Alcuni di media taglia, alcuni a pelo raso, alcuni tipici segugi da caccia. Tutti comunque di buon carattere, docili con i bambini e bravissimi nello scovare il prezioso tubero.

La stagione non è delle migliori, i tartufi scarseggiano, ma loro li trovano, questo è sicuro.

 

Silvano Bertaina

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium