/ Attualità

Attualità | 29 settembre 2022, 09:52

Al Caffè Letterario di Bra si legge ‘Io sono Giorgia. Le mie radici, le mie idee’

Passato, presente e futuro della leader di FdI Giorgia Meloni, la donna che guiderà l’Italia

Al Caffè Letterario di Bra si legge ‘Io sono Giorgia. Le mie radici, le mie idee’

Ha vinto lei, Giorgia Meloni, solo ‘Giorgia’ per i circa 7,2 milioni di elettori che hanno scelto di darle fiducia. “Voglio unire l’Italia” ha subito detto la leader di FdI, che ha promesso di essere il Presidente del Consiglio di tutti. Un discorso moderato, nei toni e nelle parole, la cui password è “Responsabilità”.

Se il buongiorno si vede dal mattino, i primi bagliori c’erano stati all’uscita del suo libro ‘Io sono Giorgia’ (Rizzoli, 2021), vero record editoriale. Mai prima nessun politico in Italia aveva venduto così tante copie. Il libro ha scalato la classifica della saggistica, guadagnando anche il primo posto in quella generale. Distribuito in 13 edizioni e con 169mila copie nelle librerie, è la storia di una donna che si è riscattata da un’infanzia difficile con un padre assente e che, dalla periferia di Roma, è arrivata piano piano a prendersi tutto.

Ma chi è Giorgia Meloni, che ha fatto crescere il suo partito dal 4% del 2018 a oltre il 26%? Ecco il suo identikit: 45 anni, segno zodiacale Capricorno, tifa Roma, diplomata al liceo linguistico con 60 quando era il voto più alto. Una madre, una sorella, un compagno, una figlia.

Esordio in politica a 15 anni, quando fonda, alla Garbatella, ‘Gli antenati’, un coordinamento sulla scuola. In gioventù barista al Piper, baby-sitter del primo figlio di Fiorello, venditrice di dischi a Porta Portese. E poi l’amico di una vita: Guido Crosetto, che la prese in braccio su un palco come aveva fatto Benigni con Berlinguer.

Il resto è cronaca, ministro della Gioventù durante il IV governo Berlusconi, tra il 2008 e il 2011, fino alla presidenza dei Conservatori e riformisti europei. In precedenza, negli anni ‘90, dopo essere diventata la guida dell’ala giovanile di Alleanza Nazionale, il partito succeduto al Movimento Sociale Italiano, la Meloni è diventata leader di Fratelli d’Italia, avviando il suo festival politico, che ha chiamato Atreju, come il protagonista del romanzo ‘La storia infinita’.

I segni della sua passione fantasy non finiscono qui. In cima al suo gradimento letterario troviamo John Ronald Reuel Tolkien, autore della saga degli ‘Hobbit’ e de ‘Il Signore degli Anelli’, tra i più grandi best seller del Novecento (si parla di oltre 150 milioni di copie in tutte le lingue del mondo) da cui sono stati tratti tre film premi Oscar.

E mai come oggi sono una bussola le parole di Tolkien che hanno chiuso la campagna elettorale di Giorgia Meloni: “Verrà il giorno della sconfitta, ma non è questo”.

Silvia Gullino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium