/ Eventi

Eventi | 22 settembre 2022, 17:36

A Neive torna l’arte contemporanea di Ernesto Morales

“Di tempo e di attesa” il titolo della personale curata da Francesca Carbone presso la galleria Gart. La mostra sarà inaugurata sabato 24 settembre

A Neive torna l’arte contemporanea di Ernesto Morales

Per l’artista uruguaiano sarà un ritorno nel borgo storico di Neive: lo scorso anno, infatti, aveva esposto i suoi lavori a Neive e Barbaresco, dando inizio a un rapporto stretto e amichevole con questo territorio, sfociato nell’iniziativa benefica “L’Arte di Morales per l’Ucraina”.

Di tempo e di attesa” è una mostra che presenta un avanzamento della ricerca svolta da Ernesto Morales. I suoi orizzonti si ingrandiscono e vengono approfonditi attraverso evoluzioni di Nuvole, Foreste sempre più estese ed infiniti Cosmi. Il titolo di questa mostra allude alla radice filosofica e teorica della visione del mondo che Ernesto Morales elabora ed esprime nei confini del suo linguaggio pittorico. Sospendersi dalla velocità del presente induce ad un rallentamento del tempo che invita ad un’osservazione più attenta della realtà, permettendone un’immersione più profonda al suo interno. È un processo d’introspezione che tramite Nuvole, Foreste e Cosmi dilatati in atmosfere senza tempo fermano e mostrano ciò che di fatto è incontrollabile: l’infinito mutamento del nostro pensiero, dell’uomo e della natura.

Quando mi sono avvicinata per la prima volta alle opere di Ernesto ho pensato, quasi nell’immediato, che avessero un inspiegabile potere. Trasmettono un’energia benefica, una sorta di sentimento di protezione primordiale; come se ci fossero sempre state e stessero silenziosamente aspettando di essere scoperte. Credo che questo lavoro sia un percorso caratterizzato non solo dall’unicità delle opere, quanto da una ricerca culturale di divulgazione di quel “mondo delle idee” generato dalla mente senza tempo di Morales.”  spiega Francesca Carbone, la giovane curatrice neivese.

Ernesto Morales è nato nel 1974 a Montevideo, in Uruguay e ha iniziato la sua carriera a Buenos Aires in Argentina. Nel 2006 si è trasferito a Parigi, per poi spostarsi definitivamente in Italia, prima a Roma e poi, dal 2011, a Torino. La sua carriera artistica lo ha condotto negli ultimi venti anni a realizzare mostre in musei e gallerie d’arte in molti Paesi, tra i quali Stati Uniti, Italia, Francia, Germania, Spagna, Ungheria, Cina, Singapore, Malesia, Tailandia, Argentina, Brasile, Messico e Uruguay. Ha partecipato a numerose fiere internazionali e tra il 2009 e il 2015 ha rappresentato istituzionalmente i Governi di Italia, Argentina e Uruguay con una serie di importanti esposizioni personali realizzate in vari musei. Nel 2019 viene allestita a New York la sua retrospettiva “Mindscapes” presso il Consolato Generale della Repubblica Argentina. La mostra “Di tempo e di attesa” rimarrà aperta nella Gart di Neive, fino al prossimo 27 novembre.

Andrea Olimpi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium