/ Attualità

Attualità | 16 settembre 2022, 10:57

A Cortemilia il raduno della sezione ANA di Mondovì

Appuntamento domenica 25 settembre nell’ambito dei festeggiamenti per il 90°anniversario della fondazione del gruppo alpini di Cortemilia

Le penne nere a Cortemilia nel 2015

Le penne nere a Cortemilia nel 2015

Domenica 25 settembre, il gruppo Alpini di Cortemilia, nell’ambito dei festeggiamenti per il 90°anniversario della fondazione, ospiterà il raduno annuale della Sezione Alpini di Mondovì.

L’evento organizzato dagli Alpini di Cortemilia in collaborazione con tutti gli altri gruppi alpini della Valle Bormida, che fanno capo alla Sezione di Mondovì e precisamente Castelletto Uzzone, Gorzegno, Levice, Perletto e Prunetto.

Nell’occasione sarà anche inaugurata la targa in ricordo del “Milite Ignoto.

Questo il programma della giornata: ritrovo a Cortemilia in piazza Divisione Alpina Cuneense, località San Rocco alle ore 8,30 per iscrizione vessilli e gagliardetti.

Alle ore 9,30 inizio della cerimonia con l’alzabandiera , l’onore ai Caduti il saluto delle Autorità e la benedizione della targa in omaggio al “Milite Ignoto”, a seguire la Santa Messa officiata dai parroci di Cortemilia, al termine della funzione religiosa sfilata per le vie cittadine dei partecipanti accompagnati dalle note della fanfara alpina “Valle Bormida” e dal gruppo salmerie della Sezione di Mondovì con splendidi 6 grandi muli.

Al termine ancora onore ai Caduti in piazza Savona e il pranzo a base di prodotti tipici della zona a cura dei gruppi alpini della valle Bormida. Nella chiesa dell’ex convento mostra sull’ Epopea degli Alpini. Nel pomeriggio per gli Alpini che hanno prenotato sarà possibile visionare il “Museo Del Mulo” ospitato nel castello di Prunetto.

LA STORIA DEL GRUPPO ALPINI DI CORTEMILIA

Il gruppo nasce il 27 novembre 1932, come confermato dalle fotografie dell’epoca con la benedizione del gagliardetto, padrino fu designato il Ten. Col. degli Alpini Edoardo Degioanni, presidente del Tribunale di Asti mentre la madrina fu la Signora Grassi Caffa.
Al termine della grande sfilata i partecipanti di allora giunsero al Monumento ai Caduti, eretto nel 1925 sul cui cippo svettava una Vittoria alata, dove si tennero i discorsi di rito.
Sempre dalle fotografie dell’epoca si notano fra le autorità oltre al padrino e alla madrina anche il Prefetto, il Conte di Mirafiori, il Cappellano militare, l’alfiere Michele Mazzetta fra i cortemiliesi si riconoscono i geometri Mazzetta e Ravazza, Corrado Molinari, Luigi Valle (Pinet) e molti altri ancora.

Durante il triste periodo della seconda guerra mondiale molti Alpini cortemiliesi si distinsero per valore e spirito di sacrificio elevato alla massima espressione con la perdita della loro vita in difesa ed onore della Patria su tutti i fronti, ricordiamo i decorati di medaglia d’argento al Valor Militare capitano Mario Mazzetta, Alpino Albino Carbone, Maggiore Corrado Molinari, Sergente Alpino Cesare Giamello.

Dopo la guerra il gruppo su iniziativa di alcuni reduci in congedo venne ricostruito nel 1948 e nel mese di luglio dello stesso anno si svolse il raduno interregionale con la partecipazione di vari altri gruppi alpini, nel 1952 in occasione dell’inaugurazione della prima sagra della nocciola, con la presenza dell’allora Ministro dell’agricoltura On. Amintore Fanfani gli Alpini a coronamento dell’iniziativa organizzarono un Raduno a cui partecipò per la prima volta la fanfara di Torino.

Dal 1932 ad oggi numerosi sono stati i raduni così come le opere realizzate degne di menzioni, citiamo le più recenti:
10 giugno 1984 inaugurazione nuova sede del gruppo nei locali concessi dalla Parrocchia.
31agosto 1986 Adunata della Sezione Alpini di Mondovì con offerta a tutte le scuole del tricolore, iniziativa ripresa anche da altri gruppi con il titolo “Un Gruppo, tante bandiere alle scuole”.

Luglio 1990 inaugurazione della cappella in località Castel Martino dedicata alla “Madonna degli Alpini delle langhe.

22 e 23 giugno 1996 si tiene una delle più significative Adunate Sezionali nel ricordo dei tristi eventi dell’alluvione del novembre 1994, che flagellò il territorio con il ringraziamento per i volontari che operarono a favore della comunità.

19-20 giugno 2004 nel 72°anniversario della fondazione del gruppo si tiene l’adunata sezionale con l’inaugurazione del Sacrario realizzato in località San Rocco a ricordo dei tanti Caduti della seconda guerra mondiale e in particolare della campagna di Russia l’opera fu realizzata con l’intervento di tanti soci del gruppo delle sorelle Marisa e Angela Maria Mazzetta e con il patrocinio del Comune di Cortemilia.

Nel 2009 a seguito del terremoto in Abruzzo gli alpini della Valle Bormida hanno ideato una sottoscrizione che fruttò parecchie migliaia di euro devoluti per la ricostruzione di una chiesa nel comune di Barisciano.

12- 13 giugno 2010 con la collaborazione del comune di Cortemilia è stato realizzato il piazzale in località San Rocco, antistante al Sacrario dedicato alla gloriosa divisione alpina Cuneense per celebrare degnamente il suo ricordo.

6 – 7 luglio 2015 in occasione dell’ultima adunata sezionale tenutasi a Cortemilia si inaugurava la campana in Piazza Divisione Cuneense che tutte le sere alle ore 18,00 con i suoi rintocchi ricorda i Caduti del territorio.

Capogruppo di Cortemilia è il geometra Gianni Viglietti i soci sono 71 gli aggregati 42

L’importante evento, già da tempo programmato, coincide quest’anno con le elezioni politiche nazionali, la manifestazione, regolarmente autorizzata, si terrà ugualmente, e come si addice agli Alpini avrà carattere sobrio e rispettoso.

INFO

Prenotazioni per trasferta in pulman entro giovedì 22 settembre 348 4991011 – 338/9131520

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium