/ Agricoltura

Agricoltura | 14 settembre 2022, 12:49

I giovani tornano alla terra: negli ultimi 5 anni più 8%di imprenditori agricoli

Il dato, su scala nazionale, è stato diffuso da Coldiretti. Si riferisce al 2022. La pandemia ha accelerato il fenomeno

I giovani tornano alla terra: negli ultimi 5 anni più 8%di imprenditori agricoli

In netta controtendenza rispetto all’andamento economico generale, l’agricoltura è uno dei pochi settori in cui i giovani occupati con meno di 34 anni aumentano con un balzo di ben 19.000 unità in Italia rispetto a prima della pandemia. È quanto afferma la Coldiretti sulla base del focus “La dinamica dell’occupazione giovanile”, contenuto nella rilevazione Istat sul mercato del lavoro nel II trimestre del 2022. In piena pandemia è cresciuto il numero di giovani imprenditori agricoli con un incremento dell’8% negli ultimi cinque anni.

“La pandemia ha accelerato il fenomeno del ritorno alla terra – evidenzia Marco Bernardi, Delegato Giovani Impresa di Coldiretti Cuneo – e maturato la convinzione comune che le campagne siano oggi capaci di offrire e creare opportunità occupazionali e di crescita professionale, peraltro destinate ad aumentare nel tempo. Occorre ora sostenere il sogno imprenditoriale di una parte importante della nostra generazione che mai come adesso vuole investire il proprio futuro nelle campagne, abbattendo gli ostacoli burocratici che troppo spesso si frappongono”.

“Nonostante le criticità legate alla pandemia e ora alla guerra con il mercato completamente sconvolto, le nostre imprese non si sono mai fermate e l’agricoltura cuneese ha bisogno di nuova linfa che proprio le giovani generazioni sanno portare grazie a idee fresche che nascono da esigenze e sperimentazioni, ma che sanno poi concretizzarsi in vere progettualità, come quelle che ogni anno presentiamo anche attraverso il concorso Oscar Green” dichiara il Presidente di Coldiretti Cuneo Enrico Nada.

“In un periodo in cui l’economia soffre, è grave e inaccettabile ostacolare le progettualità economiche di coloro che hanno scelto l’Italia quale luogo per realizzare le proprie idee imprenditoriali, impedendo lo sviluppo degli  impatti sociali che ne derivano, in primis i posti di lavoro” rimarca il Direttore di Coldiretti Cuneo Fabiano Porcu.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium