/ Sport

Sport | 08 agosto 2022, 12:40

Supermoto. A Viterbo i cuneesi Cucchietti e Ferrara difendono le posizioni di vertice

Il trinitese è secondo sia in gara che in campionato mentre il francese, quarto in gara, mantiene il primato in classifica

Mauro Cucchieitti, a sinistra, sul podio di Viterbo

Mauro Cucchieitti, a sinistra, sul podio di Viterbo

Il circuito Internazionale di Viterbo, il cui percorso comprende 1.300 metri di asfalto e 380 di sterrato, ha ospitato la quinta prova degli Internazionali d’Italia Supermoto, gara alla quale hanno preso parte anche gli alfieri del Moto Club Bisalta Drivers Cuneo Mauro Cucchietti e Damien Ferrara.

Come di consueto, i piloti delle classi S3, S5 e S Young hanno gareggiato insieme, con classifiche separate, dovendo fare i conti con una giornata caldissima, che ad un certo punto ha fatto temere un temporale, poiché il cielo si è rabbuiato, lasciando cadere fortunatamente solo qualche goccia di pioggia, che non ha compromesso la gara.

La gara della classe S5 se l’è aggiudicata Daniele Di Cicco (Honda - I Briganti della Torre), che ha preceduto nell’assoluta di giornata il trinitese Mauro Cucchietti (Honda Gazza Racing - Led Racing), che è scivolato nel corso del primo giro della prima manche, concludendo solo settimo (quarto della S5), riscattandosi poi nella seconda frazione di gara, conclusa alle spalle di Di Cicco. Terzo, a pari punti, si è piazzato Paolo Terraneo (Yamaha - Team MP Racing).

“La pista di Viterbo è difficilissima - ha riferito Mauro Cucchietti - e non è facile azzeccare il giusto compromesso per asfalto e tratto sterrato. Con Marco Pisarra, che ringrazio per aversi accompagnato ed assistito, le abbiamo provate tutte, ma se non giri a lungo su questa pista è difficile settare le sospensioni, per di più sono scivolato ed i miei avversari hanno preso il largo. In gara due sono partito dietro a Di Cicco e vi sono rimasto, perché lui ne aveva di più. Per quanto riguarda il campionato, che mi vede in seconda posizione, ci provo sino alla fine, ma Di Cicco è molto ben preparato ed ha un gran passo. Un ringraziamento è dovuto a chi mi assiste tecnicamente, Gazza Racing ed ai miei sponsor: Officina LA.RA, Dentis, Canavese Assicurazioni, CTE Energy”.

Il giovane transalpino Damien Ferrara (Honda - J Team Racing) seguito da Gabriele Gianola) ed impegnato nella classe S3, ha disputato una buona prima manche, che lo ha visto concludere terzo assoluto ma primo di classe, vanificando tutto con una brutta partenza in gara due, dove è stato relegato alla decima piazza, concludendo quarto di giornata, dietro al vincitore Jacopo Monti (Honda - Pizziconi Racing Team), Matteo Frassino (Honda - Team BRT) ed Andrea Acetti (TM - Team 11). Il conduttore del M.C. Bisalta Drivers Cuneo mantiene ancora la testa del campionato, con nove punti di vantaggio su Monti.

Il ceco Jan Ulman (TM - Transilvania) ha fatto sua la classe S Young, precedendo Matteo Valdemi (Honda - Liguria Racing) e Lorenzo Ferro (Husqvarna - Varese).

La gara della classe S1 degli Internazionali d’Italia è andata ad Elia Sammartin (TM - L30 Racing), che ha approfittato di un errore con conseguente caduta del compagno di marca e di team Marc Reiner Schmidt, preceduto anche da Gioele Filippetti (Honda - Team BRT) mentre nella S2 Fabrizio Bartolini (Honda - Team MP Racing) ha avuto la meglio su Alessandro Labate (Yamaha - Ufo Frascati) e  Fabio Mazzolai (Honda - Team BRT).

Tra i giovanissimi della classe S Junior, ha vinto Matteo Andreotti (TM - Team 11), che si è lasciato alle spalle la combattiva Luana Giuliani (KTM - AC4 Racing Team) e Luca Maria Casagrande Contardi (TM - L30 Racing).

L’assegnazione dei vari campionati è affidata alla  pista ferrarese di Pomposa, che  vedrà in azione nel primo week end di settembre i piloti sulla pista nuova al sabato e su quella vecchia alla domenica.

diemme

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium