ELEZIONI POLITICHE 25 SETTEMBRE 2022
 / Sport

Sport | 05 agosto 2022, 13:29

Atletica, Campionati Europei di Monaco di Baviera: nove gli atleti piemontesi al via

Doppio impegno (5000 e 10000 metri) per Pietro Riva. Torna in azzurro Bencosme (400hs), Anna Rinaudo all'esordio in nazionale nella categoria assoluti in una rassegna internazionale

anna arnaudo (foto sito fidal piemonte)

anna arnaudo (foto sito fidal piemonte)

Sono nove gli atleti piemontesi chiamati a vestire la maglia azzurra in occasione dei Campionati Europei di Monaco di Baviera (Germania) in programma da lunedì 15 a domenica 21 agosto. Il team sarà composto da 101 atleti (54 uomini, 47 donne), il numero più ampio di sempre per l’Italia nella rassegna continentale, giunta alla venticinquesima edizione.

UOMINI. Doppio impegno per Pietro Riva (Fiamme Oro), atteso sui 5000 e sui 10.000 metri; il cuneese quest’anno si è migliorato su entrambe le distanze portando i propri primati personali rispettivamente a 13:28.96 e a 28:01.07. Pietro Arese (Fiamme Gialle) sarà invece impegnato sui 1500 metri, distanza sulla quale quest’anno ha corso in 3:37.30, avvicinando il proprio primato personale di 3:37.23 siglato lo scorso anno. Per il torinese è quello di Monaco sarà il terzo impegno in maglia azzurra di questa stagione dopo i Mondiali Indoor di Belgrado e i Giochi del Mediterraneo di Orano. Torna in azzurro Josè Reynaldo Bencosme De Leon (Avis Barletta) sui 400hs, anche lui reduce dai Giochi del Mediterraneo. Il cuneese di origine dominicana quest’anno è sceso per la prima volta sotto i 49 secondi proprio a Orano, correndo in 48.91 e migliorando un primato personale di 49.22 che risaliva al 2017. Si presenta a Monaco occupando il 10mo posto delle liste europee stagionali. Per Marco Fassinotti (Aeronautica) e Brayan Lopez (Fiamme Azzurre) si tratta invece del ritorno in maglia azzurra dopo i Campionati Mondiali di Eugene. Per Fassinotti nel salto in alto l’obiettivo è centrare la finale europea, dopo aver sfiorato quella mondiale. Lopez invece, dopo aver ben corso entrambe le staffette 4x400 in Oregon, sia quella mista che quella maschile, a Monaco è chiamato a portare nuovamente il suo contributo nella staffetta del miglio della quale è ormai una delle colonne portanti.

DONNE. Esordio in maglia azzurra nella categoria assoluta in una rassegna internazionale per Anna Arnaudo (Battaglio CUS Torino), chiamata a prendere parte ai 10.000 metri. La cuneese, lo scorso anno fu argento a Tallinn su questa distanza nella rassegna continentale u23, categoria cui ancora appartiene. Il suo 32:09.54 corso in Coppa Europa a Pacè, record italiano di categoria (un primato che resisteva da 33 anni), le vale il 15mo posto nella graduatoria europea stagionale.Un’altra piemontese impegnata nel mezzofondo: è Martina Merlo (Aeronautica) che sarà al via dei 3000 siepi. A Orano, ai Giochi del Mediterraneo, la piemontese ha corso in 9:38.84, avvicinando il proprio personale di 9:37.72 ottenuto la scorsa stagione. E’ ventesima nelle liste europee stagionali. L’obiettivo di Daisy Osakue (Fiamme Gialle) è cancellare Eugene e sbarcare nella finale europea. I Campionati Mondiali non sono andati come la torinese sperava, con l’eliminazione in qualificazione del disco con un solo lancio valido. La torinese, che nel 2022 si è aggiudicata la Coppa Europa Lanci a Leiria, con il 63,24 realizzato a Rieti in occasione dei campionati italiani, si colloca al 10mo posto delle liste europee. Nuovo appuntamento dopo Eugene anche per Linda Olivieri (Fiamme Oro). In Oregon arrivò in semifinale dei 400hs, a Monaco l’obiettivo è crescere anche cronometricamente, migliorando il 55.69 corso a Grosseto quest’anno, e magari anche il primato personale di 55.54 ottenuto lo scorso anno a Rovereto.

fidal piemonte

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium