ELEZIONI POLITICHE 25 SETTEMBRE 2022
 / Cronaca

Cronaca | 28 luglio 2022, 11:16

Operazione 'Car-o-fluff': i carabinieri forestali sequestrano parte di un impianto di autodemolizione cuneese

Gli indagati, otto, avrebbero organizzato un sistema di declassificazione di rifiuti pericolosi e venduto materie prime di pregio con falsa documentazione per circa tre milioni di euro

Operazione 'Car-o-fluff': i carabinieri forestali sequestrano parte di un impianto di autodemolizione cuneese

Il Nucelo Investigativo dei Carabinieri Forestali di Cuneo ha predisposto il sequestro di una parte di un impianto di autodemolizione del cuneese, notificando otto avvisi di conclusione delle indagini preliminari ad altrettanti indagati. Il reato? Attività organizzata per il traffico di rifiuti.

L'attività è stata condotta dai militari sotto la guida della DDA di Torino. Sono stati raccolti elementi per sostenere l’esistenza di un articolato sistema di declassificazione di rifiuti pericolosi (tipo “car-fluff”, residui non ulteriormente recuperabili del ciclo di messa in sicurezza/bonifica, demolizione e frantumazione dei veicoli fuori uso) in non pericolosi, prodotti dalla frantumazione in assenza di autorizzazione di veicoli non bonificati.

Le indagini hanno preso avvio nell'estate 2021 grazie all'intervento dei carabinieri di Poirino su uno smaltimento illecito di rifiuti per interramento in campi tra le province di Cuneo e Torino. Secondo quanto accertato la ditta otteneva anche materie prime di grande pregio vendute, poi, con documentazione falsa ad alcune acciaierie del nord-est italiano. L'illecito profitto stimato sarebbe di circa tre milioni di euro.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium