/ Attualità

Attualità | 27 luglio 2022, 18:04

Alba, all’assessore Reggio anche i quartieri. "Subito 270mila euro per i dissesti a San Cassiano e Mussotto"

Nel rimpasto di Giunta operato dal sindaco Bo l’affidamento al 52enne ingegnere della delega rimessa a gennaio da Nadia Gomba. Ecco i prossimi impegni del Comune per le periferie

L'assessore comunale Massimo Reggio

L'assessore comunale Massimo Reggio

Non solo il passaggio di consegne tra l’uscente Marco Marcarino e il nuovo assessore Lorenzo Barbero, con l’affidamento al giovane esponente del Carroccio delle deleghe a commercio, attività produttive, sicurezza, Polizia Municipale e ambiente. Il "rimpastino" col quale nei giorni scorsi il sindaco Carlo Bo ha messo mano agli incarichi all’interno della sua Giunta ha contemplato anche il riaffido della titolarità di quartieri e frazioni, competenza nelle mani del primo cittadino dal gennaio scorso, quando la consigliera di Per Alba Cirio Nadia Gomba le rimise per ragioni personali (leggi qui). Competenze delle quali lo stesso sindaco ha ora investito Massimo Reggio, 52enne ingegnere civile, assessore "tecnico" dell’esecutivo insediatosi nel giugno 2019 con le pesanti responsabilità di lavori pubblici, manutenzioni, protezione civile, mantenimento e gestione delle infrastrutture comunali, mobilità urbana e trasporti pubblici.

Assessore, ora anche i quartieri. Un carico sostenibile?
"Se ci trovassimo a inizio mandato amministrativo avrei seri dubbi. Ora, superata la metà della consigliatura, con le principali opere impostate, mi è stato affidato dal sindaco il compito di seguire da vicino le esigenze dei quartieri e dei cittadini albesi, e in tal senso mi sono messo a disposizione. Mi farò certamente aiutare dai consiglieri comunali dei vari quartieri e dai colleghi assessori, cercando di lavorare 'di squadra' insieme anche ai Comitati".

A quartieri e frazioni avete dedicato uno specifico piano. A che punto è la sua realizzazione? Cosa ancora manca, tra le opere più significative?
"Il piano quartieri è un valido strumento per soddisfare le esigenze, grandi e piccole, delle varie zone della città, e sono in fase di esecuzione e di completamento moltissimi interventi. Ma il piano quartieri non si ferma, stanziando con continuità opere migliorative per le zone periferiche. Per citarne alcune, i prossimi stanziamenti prevedono un importante intervento di viabilità su San Rocco Seno d’Elvio proposto dal consigliere Mario Sandri, così come un importantissimo canale scolmatore per strada Osteria al Mussotto, l’intervento di sistemazione idrogeologica di strada Ballerini a San Cassiano, l’area retrostante la scuola della Moretta, i nuovi marciapiedi di via Verdi, il piano asfaltature che toccherà i quartieri Biglini, Mussotto, Piave e diverse altre zone, e molto altro ancora".

Qual è il rapporto coi Comitati?
"I Comitati di Quartieri vanno visti come una risorsa per l’Amministrazione comunale, intercettano i problemi locali e li riportano ai referenti del Comune, così come fanno anche i nostri consiglieri comunali che vivono il territorio e ci danno un supporto continuo e fondamentale. Con i nuovi comitati che si insedieranno a settembre cercherò di impostare un dialogo e un modo di lavorare coinvolgente ed efficace".

Tra le vostre priorità c’è la sicurezza idrogeologica con opere quali lo scolmatore del rio Misureto e il progetto riguardante strada Osteria. A che punto sono?
"Il primo è in fase di appalto, il progetto dello scolmatore di strada Osteria sarà finanziato a fine luglio e quindi poi deve essere progettato e realizzato".

Tra le ultime previsioni vi sono nuovi interventi nella zona di San Cassiano. Cosa si punta a fare esattamente e con quale investimento?

"Abbiamo presentato su un bando regionale il progetto complessivo su San Cassiano per 1,4 milioni di euro, che va da corso Barolo fino a Gamba di Bosco. Ma non intendiamo attendere l’esito del bando che, per definizione, è incerto; vogliamo dare alcune risposte immediate: l’intervento di strada Ballerini a San Cassiano è già finanziato per un importo di circa 150mila euro e anche già progettato, e quindi potrà partire in tempi brevi. Poi procederemo a finanziare anche un intervento di miglioramento su strada Castelgherlone, che ha avuto seri problemi negli eventi del 4 luglio".

 

Ezio Massucco

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di LaVoceDiAlba.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium