/ Attualità

Attualità | 26 luglio 2022, 13:03

Ottant'anni fa la Divisione Alpina Cuneense lasciava la Granda per raggiungere il fronte russo

I primi convogli partirono da Borgo Gesso il 26 luglio 1942

Il monumento al Memoriale della Divisione Alpina Cuneense

Il monumento al Memoriale della Divisione Alpina Cuneense

Sono passatti 80 anni da quando la Divisione Alpina Cuneense lasciò la Granda alla volta del fronte russo. 

I primi partirono da Borgo Gesso il 26 luglio del 1942. 

"Il 25 fu una giornata di preparativi, mentre proprio il 26 luglio i primi convogli lasciarono la provincia di Cuneo per raggiungere il fronte " - spiega lo storico monregalese Roberto Rossetti - "Erano tutti ragazzi, alpini, leva 1911-1922, il 1° reggimento era formato dai battaglioni Mondovì, Ceva e Pieve di Teco, il secondo da Borgo San Damazzo, Dronero e Saluzzo. Affrontarono un viaggio estenuante, lungo circa 15 giorni."

Una data importante per la Granda, per non dimenticare e che segna anche l'inizio di un anno di iniziative e celebrazioni. 

"La necessità di conservare il ricordo di chi ha perso la vita e non ha fatto ritorno dal fronte russo - prosegue Rossetti, che sta ultimando un volome dedicato alla Cuneense - è molto sentita dai parenti. In questi mesi di lavoro e ricerca, sono davvero moltissime le testimonianze e i documenti che ho ricevuto per il libro. C'è voglia di mantenere viva la memoria e tramandare il tutto alle generazioni future".

A gennaio 2023 ricorreranno inoltre anche gli 80 anni dalla battaglia di Nowo Postojalowka e per quella data, emergenza sanitaria permettendo, l'auspicio è che gli Alpini e in particolare la sez. di Mondovì possa rendere omaggio ai caduti in forma solenne. 

Arianna Pronestì

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium