/ Cronaca

Cronaca | 04 luglio 2022, 19:01

Ad Alba il maltempo ha colpito duro: 50 alberi sradicati, tetti danneggiati e allagamenti [FOTO E VIDEO]

Serio il bilancio del forte nubifragio abbattutosi sulla città nel pomeriggio. Colpita soprattutto la parte Sud/Sud-Est. I Vigili del Fuoco continuano a lavorare

Le diverse zone della città di Alba colpite dal nubrifragio dove sono presenti i danni maggiori: via Dario Scaglione e strada Cauda. Interessato anche il centro storico.

Le diverse zone della città di Alba colpite dal nubrifragio dove sono presenti i danni maggiori: via Dario Scaglione e strada Cauda. Interessato anche il centro storico.

Alberi con grandi radici sradicati, dehor piegati, canali di scarico ingrossati, allagamenti, tetti divelti e danni ad alcune attività commerciali. Questo è il bilancio negativo in divenire causato dal nubifragio che ha colpito Alba nel pomeriggio di oggi. Dalle 15.30 alle 17 circa il forte vento e la pioggia torrenziale hanno messo a soqquadro alcune zone della città, come testimoniano le foto del nostro inviato Pietro Ramunno.
Le zone più colpite nella parte Sud/Sud-Est di Alba: via Dario Scaglione, con alberi abbattuti e caduti anche su vetture parcheggiate nel controviale, strada Cauda e Madonna di Como, dove i disagi non sono mancati per caduta alberi, canali ingrossati e allagamenti. A San Cassiano allagamento nella zona dello stadio e della piscina comunale.
I Vigili del Fuoco di Alba sono intervenuti nei diversi punti della città e stanno cercando di ripristinare la normalità. Ci vorranno ore per togliere gli alberi e valutare i danni arrecati ad alcune attività ed alle vetture colpite.
L’assessore ai Lavori pubblici di Alba, Massimo Reggio, commenta così quanto accaduto per il maltempo e stima un primo bilancio della situazione: «È evidente l’eccezionalità dell’evento. Di sicuro le zone come San Cassiano, che storicamente presentano maggiori criticità in caso di eventi atmosferici importanti, hanno patito più di altre. In particolare un allagamento importante si è verificato ai piedi della collina, in via Castelgherlone, interessando stadio e piscina comunale. La perturbazione arrivava dalla zona di Diano d’Alba e i danni maggiori si sono registrati nella zona Sud/Sud-Est della città, mentre la parte Nord è stata colpita meno. Una prima stima vede più di 50 piante cadute e diversi tetti scoperchiati, con particolare rischio di caduta tegole in via Romita, mentre occorreranno verifiche per alcuni edifici al Mussotto e in corso Enotria».

Livio Oggero

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium