ELEZIONI POLITICHE 25 SETTEMBRE 2022
 / Curiosità

Curiosità | 27 giugno 2022, 17:40

Il cuneese Davide Viale si guadagna un posto al mondiale degli Ironman

Col terzo posto di categoria conquistato ieri a Nizza l’infermiere nativo di Fontanelle di Boves si è qualificato per la gara iridata in programma a ottobre alle Hawaii

Davide Viale, l’8 ottobre prossimo parteciperà al Campionato del Mondo Ironman in programma alle Hawaii

Davide Viale, l’8 ottobre prossimo parteciperà al Campionato del Mondo Ironman in programma alle Hawaii

Un cuneese alle Hawaii: non è il titolo di un film o di un libro, ma semplicemente l’impresa di Davide Viale, il quale l’8 ottobre prossimo parteciperà al Campionato del Mondo Ironman; grazie al 3° posto di categoria e al 41° assoluto ottenuto domenica 26 giugno all’Ironman di Nizza, il grande sogno agonistico per il classe ’87 può finalmente realizzarsi.

Duemilaquattrocento partenti, i quali hanno percorso 3,8 km di nuoto, 180 km in bici con un percorso molto selettivo con 2.500 m di dislivello e poi la consueta maratona, non proprio qualcosa di ordinario, ma per il nativo di Fontanelle di Boves, ma residente a Borgo San Dalmazzo, questa qualificazione andava ottenuta.

“Quest’anno non ho nuotato benissimo
– racconta –, ma in questa occasione ho fatto un buonissimo tempo, mentre in bici non ho spinto molto complice il gran caldo che mi ha portato a consumare molta acqua e addirittura al km 65 sono stato anche male. Poi però mi sono ripreso e la maratona l’ho chiusa in 2 ore e 58 secondi, permettendomi di guadagnare tantissime posizioni”.

Nove ore, 53 minuti e 52 secondi, il tempo finale per questo infermiere-atleta che ha sempre fatto dello sport un punto cardine della sua vita, insieme alla sua meravigliosa famiglia. “Se finalmente dopo anni di sacrifici e allenamenti ho ottenuto questo storico risultato – spiega –, lo devo soprattutto a mia moglie Silvia, ai miei genitori Angelo e Ada, a mio fratello Marco e a mia suocera, i quali ogni giorno mi permettono di coltivare questa passione. Doveroso per me ringraziare il mio allenatore Andrea Gabba e la mia 'mini allenatrice' Alice, mia figlia, la quale durante i lunghi allenamenti podistici, mi incita e supporta dal suo seggiolino, insieme a mio papà che mi scorta in bicicletta”.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium