ELEZIONI POLITICHE 25 SETTEMBRE 2022
 / Attualità

Attualità | 26 giugno 2022, 11:04

La Provenza a Sale San Giovanni con lo spettacolo della lavanda in fiore

Un mare viola e profumo d’estate nei weekend fino a domenica 10 luglio. Tutte le info... e anche di più

Foto di Caterina Milanesio

Foto di Caterina Milanesio

Un mare viola. Non siamo in Provenza, ma a Sale San Giovanni, dove i campi di lavanda sono in piena fioritura. È una macchia dal color della serenità, che esplode in tutta la sua suggestione, tant’è che in molti non si fanno sfuggire uno scatto tra i cespugli.

A colpo d’occhio una spiga di colore viola dal profumo molto intenso. Proprio per questo la lavanda viene anche usata come profumatore di ambienti e biancheria. Andando più sul tecnico, la definizione specifica è un “genere di piante spermatofite dicotiledoni appartenenti alla famiglia delle Lamiaceae, dall’aspetto di piccole erbacee annuali o perenni dalla tipica infiorescenza a spiga”. 

Siamo in un luogo di pace e relax in cui trionfa la meraviglia della natura, nella sua semplicità, immersi nelle proprietà inebrianti del fiore che seduce per profumo, colore, le mille virtù. Uno spettacolo da non perdere che evoca posti lontani, romantici ed eleganti, ma a portata di chiunque abbia voglia di fare una gita mozzafiato nel cuore delle Langhe.

A Sale San Giovanni, da metà giugno ad inizio luglio, la Lavandula angustifolia è in piena fioritura. Successivamente, informa il sito del Comune, si provvederà al taglio ed alla raccolta dei fiori che verranno trasformati, mediante distillazione, in profumatissimo olio essenziale biologico oppure essiccati. 

Tra le piante medicinali la lavanda è una delle più classiche, e non solo per il proprio benefico profumo, ciò che però molti non sanno è che in natura esistono 28 sottospecie di lavanda, ognuna con le sue caratteristiche.

Secondo studi erboristici la lavanda è nota per la sua capacità di migliorare il rilassamento e aiutare a prendere sonno. Il decotto si prepara aggiungendo un cucchiaio raso di fiori secchi in 250 ml di acqua bollente. Si copre il tutto, lasciando riposare l’infuso e si filtra dopo 10 minuti. È possibile anche realizzare piccoli sacchetti o cuscini di lavanda per apprezzare il gradevole profumo che favorisce il relax. 

Questa pianta viene impiegata in diverse modalità. C’è l’imbarazzo della scelta: si va dalle candele agli oli essenziali, dai sali ai saponi, creme, shampoo, bagnoschiuma e ovviamente la lavanda viene usata anche come spezia in cucina.

Ma il regno d’elezione della lavanda resta la pelle: l’olio essenziale ricavato dalle spighe viola, infatti, elimina l’eccesso di sebo, favorisce la cicatrizzazione delle lesioni e promuove la formazione di nuove cellule dell’epidermide. Con i fiori di lavanda è possibile anche realizzare scrub per il viso oppure creme e unguenti per il corpo. In pratica, è un portentoso anti-età, un talismano vegetale che vale la pena di andare a cercare, per riempirsi gli occhi (e il naso) di bellezza. 

E adesso qualche info di servizio: durante i fine settimana, fino a domenica 10 luglio, le strade di Sale San Giovanni che conducono ai campi di lavanda saranno percorribili dai turisti soltanto a piedi o in bicicletta. L’accesso con veicoli a motore sarà consentito esclusivamente ai mezzi di polizia e soccorso, alle persone diversamente abili, ai residenti ed autorizzati, ai mezzi agricoli.

Il Comune, attraverso il proprio sito web - http://www.turismosalesangiovanni.it/ -, fa sapere che la comunità locale chiede un piccolo contributo di 2 euro a persona per accedere ai percorsi che attraversano le coltivazioni. Esso servirà a far fronte alle spese di mantenimento dei percorsi, garantire la sicurezza e alcuni servizi base, spese ormai insostenibili per il piccolo Comune. In cambio si riceverà un braccialetto che permetterà di accedere anche alla visita guidata delle chiese, il cui ingresso sarà contingentato in base alle disposizioni anti-Covid vigenti. 

Orari delle chiese: Sant'Anastasia 9.30-12.30 e 14-18.30; Pieve di San Giovanni 9.30-18.30. Sabato 2 luglio le visite alla Pieve di San Giovanni termineranno alle ore 16 per convegni. 

Pronti con la reflex?

Silvia Gullino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium