/ Attualità

Attualità | 16 giugno 2022, 15:28

Lezioni di italiano per rifugiate ucraine: da Bra la bella solidarietà di un’insegnante in pensione

L'ex docente ha deciso di aderire al progetto "Mani per la pace": "Mi ha molto colpito che nel terzo millennio sia potuta scoppiare una guerra in Europa, come la tragedia dei profughi che ne è conseguita"

Lezioni di italiano per rifugiate ucraine: da Bra la bella solidarietà di un’insegnante in pensione

Il supporto alle famiglie di profughi ucraini che arrivano nelle nostre città non si conclude con la sistemazione in un’abitazione, ma può continuare anche in altri modi, come dimostra questa bella iniziativa. Un’insegnante in pensione, che preferisce restare anonima, si è resa disponibile, tramite il progetto "Mani per la pace", ad aiutare a imparare i rudimenti dell’italiano una signora anziana e due giovani donne ucraine attualmente residenti a Bra.

"Una di loro è arrivata qui la settimana scorsa, dopo aver viaggiato da sola con la figlia per 1.200 chilometri in auto, impiegandoci dieci giorni", racconta l’insegnante.

Le piccole lezioni si svolgono, in particolare, ricorrendo a un quadernetto dove scrivere parole e frasi da ripetere, un calendario per imparare le date. La principale difficoltà dei profughi ucraini consiste infatti nel leggere e scrivere in caratteri italiani, perché il loro alfabeto, il cirillico, è diverso dal nostro. Quest’attività ha portato anche le signore ucraine ad adoperarsi in prima persona: per l’abitazione hanno infatti posto alcuni fogliettini su cui scrivono i termini che di volta in volta apprendono, come i giorni della settimana e i numeri, in modo da averli sempre sott’occhio e ripassarli continuamente.

"Ho deciso di impegnarmi in quest’attività soprattutto perché sono stata molto colpita dal fatto che nel terzo millennio sia potuta scoppiare una guerra in Europa e dalla tragedia dei profughi che ne è conseguita. Partecipando a una serata di presentazione di 'Mani per la Pace', ho dunque deciso di aderire offrendo il mio contributo in questo modo", conclude l’insegnante.

Luca Sottimano

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium