/ Attualità

Attualità | 25 maggio 2022, 09:34

Cossano Belbo, inaugurata la postazione di ricarica per le bici a pedalata assistita

Realizzata dal Comune col sostegno del Consorzio dell'Asti, ha la forma di un calice stilizzato di Moscato d'Asti con alla base le prese per la ricarica in contemporanea di quattro biciclette elettriche

Cossano Belbo, inaugurata la postazione di ricarica per le bici a pedalata assistita

Si è svolta nella cornice della "Sagra degli In" a Cossano Belbo, l'inaugurazione della prima postazione per la ricarica delle bici assistite.

Il progetto ideato dall'Amministrazione comunale nelle persone del vicesindaco Luca Tosa e del consigliere comunale Luca Bosca, ha avuto un grande riscontro nei presenti. Si tratta di un semi calice stilizzato di Moscato d'Asti o di Asti Spumante  con alla base le prese per la ricarica in contemporanea di quattro bici elettriche.

L'idea, presentata al Consorzio dell'Asti Docg dal consigliere Loris Filante, ha avuto subito l'approvazione del Consiglio dell'ente di promozione del vino. Il consorzio, oltre al marchio, ha fornito al Comune di Cossano Belbo un sostanzioso contributo per la sua realizzazione.

La realizzazione da parte della Ditta Antiche Insegne di Carignano ne ha permesso l'inaugurazione a tempi di record. Alla cerimonia erano presenti oltre agli amministratori cossanesi, quelli di alcuni comuni limitrofi, tra cui Santo Stefano Belbo, Canelli e Nizza Monferrato, l'assessore regionale all'Agricoltura Marco Protopapa, il vicepresidente del Consorzio dell'Asti Stefano Ricagno, il direttore Giacomo Pondini, il presidente dell'Associazione dei Comuni del Moscato Alessio Monti e molti turisti presenti per la Sagra degli In.

Cossano aveva già ideato e realizzato le famose due bottiglie stilizzate di Asti spumante e Moscato d'Asti, posizionate di fronte al municipio e immortalate dai numerosi di turisti di passaggio. Adesso la postazione di ricarica, si spera che molti Comuni partecipino al progetto, sempre col sostegno finanziario del Consorzio dell'Asti.

"L'intento del progetto – spiega il sindaco Mauro Noè è l'abbinamento tra la promozione dei nostri vini e il turismo outdoor, dove i turisti, dopo aver pedalato tra le nostre bellissime colline vitate a Moscato, possano poi concedersi una pausa per la ricarica del loro mezzo, magari gustando un fresco calice di Moscato d'Asti abbinato a una deliziosa fetta di torta di nocciole".

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium