ELEZIONI POLITICHE 25 SETTEMBRE 2022
 / Attualità

Attualità | 12 maggio 2022, 15:37

Ad Alba un cimitero per gli amici a quattro zampe? La proposta piace, due le aree già individuate

L’ordine del giorno di Elena Alessandria discusso ieri dalla I commissione consiliare: "Un possibile sito vicino al piazzale Robaldo, presso la zona collaudi di corso Bra, l’altro vicino al camposanto del Mussotto»

Il camposanto del Mussotto: nei suoi pressi una delle possibili localizzazioni allo studio del Comune

Il camposanto del Mussotto: nei suoi pressi una delle possibili localizzazioni allo studio del Comune

Scendendo nelle vie di Alba è ormai consueto osservare pedoni che portano i propri cani a passeggio. A proposito si parla di circa 4mila amici a quattro zampe. Un’abitudine che conferma come gli animali da compagnia siano ormai parte integrante delle famiglie albesi e non solo. A fine vita però ci possono essere difficoltà nel trovare un posto adeguato dove dargli un adeguato ultimo saluto.

Se n’è discusso durante la seduta della I Commissione del Consiglio comunale riunita ieri (11 maggio), grazie all'ordine del giorno presentato da Elena Alessandria, capogruppo della Lega Salvini Premier in Consiglio, che ha lanciato l’idea di costruire un cimitero per animali ad Alba. Una realizzazione per la quale sarebbero già state individuate due teoriche zone.

«Sono soddisfatta per come la mia idea sia stata valutata positivamente sia dalla maggioranza che dall’opposizione. Ci ritroveremo in Commissione la prossima settimana per approfondire l’argomento, anche con la mia collega e promotrice Ylenia Cane. Insieme all’assessore Fernanda Abellonio e alla dirigente comunale Daniela Albano abbiamo individuato due possibili aree: una si trova vicino al piazzale Robaldo, presso la zona collaudi in corso Bra, la seconda vicino al cimitero del Mussotto. Queste aree hanno caratteristiche idonee perché si trovano in una zona non urbanizzata e che non lo diventerà mai».

E se l’idea verrà approvata, l’iter potrebbe svilupparsi così: «Il primo step - continua Alessandria – è quello di approvare l’idea, poi si creerà un bando per trovare il gestore, tra enti e associazioni pubbliche o private. Ad esempio a Mondovì il gestore si è occupato della recinzione e dei lavori nell’area, creando anche un ossario dove, dopo 5 anni, i resti vengono riposizionati. Ogni animale ha la sua “tomba”.
Stileremo un regolamento in base a quello regionale, che è più completo di quello statale. Mi sembra un tema importante e attuale, anche vedendo quante persone portano i cani a passeggio. Ormai gli animali da affezione e da compagnia sono diventati parte della nostra vita».

Livio Oggero

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium