Attualità - 06 maggio 2022, 19:00

Ad Alba un cimitero per animali da compagnia? Se ne parla in Comune

La proposta portata avanti dalla capogruppo della Lega Elena Alessandria. Già individuati due siti idonei, che verranno svelati durante la I Commissione Permanente del 13 maggio

Esempi di lapidi in ricordo degli animali da compagnia presenti al cimitero di Mondovì

Esempi di lapidi in ricordo degli animali da compagnia presenti al cimitero di Mondovì

Cimitero per animali da compagnia: un’idea che tornerà ad essere presa in considerazione nella prossima commissione permanente del Comune di Alba, in programma il prossimo 13 maggio. Una proposta portata avanti dal capogruppo Lega, Elena Alessandria che afferma: «Già durante la stesura del programma elettorale del gruppo Lega era emersa la volontà di realizzare un cimitero per piccoli animali d’affezione, in particolar modo da parte di due nostre candidate, Maria Picetti e Ylenia Cane (quest'ultima attualmente consigliere comunale con delega al canile municipale). Il progetto è poi stato accantonato, causa emergenza Covid.

Oggi penso che sia arrivato il momento di iniziare il percorso che porterà alla realizzazione di questa intenzione. In Alba sono molte le persone che posseggono nel proprio alloggio un animale fedele e devoto che diventa parte della famiglia, compagno di giochi per piccoli e adulti, sostegno e compagnia per gli anziani e i malati. E sempre più numerose sono le richieste di poter seppellire degnamente i piccoli animali deceduti in un apposito cimitero con lo scopo di poter proseguire il rapporto affettivo e contemporaneamente evitare l'abbandono incontrollato delle carcasse. Molte città italiane sono già dotate di spazi per la sepoltura di piccoli animali».

E ci si è mossi visionando un cimitero per animali a Mondovì: «L'estate scorsa - continua Elena Alessandria - con il consigliere Lorenzo Barbero ci siamo recati a visitare il cimitero per animali di Mondovì gestito da un’associazione. Si trova in un’area appartata e tranquilla lungo il fiume, ogni piccola tomba ha la lapide in pietra o in legno col nome e la foto del gatto o del cane, e così abbiamo potuto far visita a Briciola, Pallina, Pidocchia, Camilla, Achille, Batuffolo, Tigrotto, Lucky, Max e tanti altri.

Con l'Assessore all'urbanistica e la Dirigente lavori pubblici abbiamo già individuato due siti che potrebbero essere adatti allo scopo, e di cui parlerò durante la commissione, nella quale chiediamo che il Comune metta a disposizione un appezzamento, e poi istituisca un bando per l'affidamento di questo progetto a un ente pubblico o privato».

Livio Oggero

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU