Attualità - 28 aprile 2022, 15:24

Alba, troppo alta la scultura di Berruti in piazza Ferrero? Il Comune risponde a Italia Nostra

In una lettera all’Amministrazione e alla Regione l’associazione aveva assunto una posizione critica sulle dimensioni dell'opera. Ora la replica

Una simulazione di come la scultura "Alba" si inserirà nel contesto della rinnovata piazza

Una simulazione di come la scultura "Alba" si inserirà nel contesto della rinnovata piazza

Questioni di punti di vista? Di prospettive? Di grandezze? A queste variabili si collegano i dubbi che la sezione Langhe e Roero di Italia Nostra ha avanzato in merito all’opera scultorea che Valerio Berruti, artista albese di fama internazionale, ha concepito per la rinnovata piazza Michele Ferrero, accogliendo in questo senso il desiderio della famiglia industriale albese di donare alla città un’opera destinata a caratterizzare lo spazio che porta il nome del compianto cavalier Michele, fondatore della multinazionale dolciaria.

Perplessità, quelle che l’associazione ha espresso mediante una missiva diretta all’Amministrazione comunale e alla Direzione settoriale Assessorato all’Urbanistica e Beni ambientali della Regione Piemonte, riguardanti soprattutto le dimensioni contemplate per una scultura che, come lo stesso artista ha spiegato durante la serata pubblica tenuta al Teatro Sociale lo scorso 12 aprile, avrà un’altezza di 12 metri per 7 di larghezza, andando a posarsi su una fontana a sfioro di granito nero alta 80 centimetri per un diametro di 12 metri.

Rilievi in merito ai quali, a distanza di alcuni giorni, arriva la replica del Municipio: «Accogliamo il giudizio positivo sul rifacimento della piazza da parte dell’associazione Italia Nostra. Per quanto attiene la scultura, che viene giudicata “ingombrante visivamente”, pur non entrando nel merito dell’opera d’arte, si ritiene invece che la sua leggerezza e trasparenza siano in grado di renderla poco invasiva, a fronte di un’altezza importante, che l’artista ha spiegato esser stata rapportata a quella degli edifici circostanti».

[Valerio Berruti con Maria Franca Ferrero durante la presentazione dell'opera al Teatro Sociale di Alba]
 

Livio Oggero

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU