/ Attualità

Attualità | 30 marzo 2022, 14:00

Biodiversità stellata: ad Alba si presenta il progetto transfrontaliero Alcotra

A Madonna di Como, insieme all'assessore albese al Turismo Emanuele Bolla, i partner di Bourget-du-Lac e La Motte-Servolex, in Francia, oltre al Comune di Cogne e al GAL Langhe Roero Leader

Biodiversità stellata: ad Alba si presenta il progetto transfrontaliero Alcotra

In linea con il programma di cooperazione transfrontaliera Alcotra, la Città di Alba - capofila del progetto, unitamente ai partner Commune du Bourget-du-Lac e Ville de La Motte-Servolex, in Francia, oltre al Comune di Cogne e al GAL Langhe Roero Leader - ha preso parte al progetto "Biodiversità Stellata / Biodiversité Etoilée", volto alla realizzazione di attività di sensibilizzazione legate a questo tema, per aumentare la conoscenza del valore della biodiversità per il territorio e per le persone.

La lungamente attesa pioggia ha modificato il programma originario, che prevedeva la "Livertin Experience", una passeggiata alla ricerca di erbe spontanee accompagnati dalla guida escursionista ambientale Sergio Gardino: niente escursione tra vigne e boschi in quel di Madonna di Como, dove "il paesaggio si esprime con meraviglia assoluta", riportando le parole del padrone di casa, Mario Sandri, presso Villa Paglieri che ha ospitato la conferenza stampa di presentazione del progetto. "Ma ben venga la pioggia: senza acqua non c'è tartufo, non c'è vino, non c'è grano per fare il pane... senza acqua non c'è vita!", ha aggiunto il consigliere comunale, produttore vitivinicolo nella frazione albese.

Cinque i partner, per un territorio esteso su una superficie di 1.357,21 kmq, con 84 Comuni e oltre 130.000 abitanti. Il budget complessivo, per il progetto che ha avuto ufficialmente avvio il 1° gennaio di quest'anno e avrà termine il 31 marzo 2023, ammonta a 430.000 euro.

"I soggetti partner condividono il fatto di essere mete turistiche cui principale elemento attrattivo è l'aspetto naturalistico del territorio: le colline vitivinicole Unesco per la Città di Alba e il GAL Langhe Roero Leader, il lago per Bourget-du-Lac e La Motte-Servolex e la montagna protetta del Massiccio Gran Paradiso per il Comune di Cogne - ha affermato Emanuele Bolla -. La gestione, la tutela e lo sviluppo di queste zone, così come l'attenzione verso la biodiversità in ogni sua forma, sottolineano quanto la preservazione e la valorizzazione dell'ambiente siano elementi caratterizzanti i valori delle comunità locali. Considerando inoltre che sui territori in questione vi sono ristoranti stellati particolarmente attenti alla qualità, alla stagionalità e alla provenienza dei loro prodotti, si è deciso di sviluppare il progetto 'Biodiversità Stellata / Biodiversité Etoilée' analizzando, prima di tutto, la biodiversità alimentare".

Tenendo conto delle caratteristiche dei territori interessati, della volontà di integrare biodiversità, nutrizione e salute e degli obiettivi del Green Deal Europeo, i partner del progetto hanno condiviso che l'obiettivo generale da porre al centro della cooperazione è aumentare la conoscenza del valore della biodiversità per il territorio e per le persone.

Tre, sostanzialmente, gli obiettivi specifici: coinvolgere gli attori della filiera della ristorazione e del turismo nella valorizzazione della biodiversità alimentare attraverso la costruzione di nuove reti (pubblico-private) a scala locale e transfrontaliera che condividono obiettivi di sviluppo del territorio; accrescere le competenze sulla biodiversità alimentare negli attori della filiera della ristorazione e del turismo; responsabilizzare chi vive e visita il territorio sul valore della biodiversità alimentare.

Attraverso l'attività transfrontaliera di sensibilizzazione, formazione e coinvolgimento di cittadini, turisti e attori della filiera della ristorazione e del turismo, i partner intendono stimolare. nella comunità locale (permanente e temporanea) un salto di scala da tutela e rispetto del territorio in generale, a tutela e rispetto della biodiversità in quanto elemento abilitante la qualità della vita e l'adozione di un approccio sostenibile allo sviluppo. Solo implementando la consapevolezza sulla fragilità e le potenzialità dell'ambiente è infatti possibile creare un contesto omogeneo in termini di valori e propenso al dialogo e confronto.

Nel corso dell'incontro sono intervenuti anche Claudio Alberto, vicepresidente del GAL Langhe Roero Leader, il sindaco di Cogne Franco Allera, - con i vini della Valle d'Aosta, partner anche nella manifestazione "Vinum", ormai alle porte, protagonisti del brindisi conclusivo -, la consigliera delegata all'Agricoltura della Ville de La Motte-Servolex, in Savoia, Anne Routin, e il vicesindaco del Commune du Bourget-du-Lac, sempre in Savoia, Michel Lopez.

Pietro Ramunno

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di LaVoceDiAlba.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium