/ Attualità

Attualità | 28 marzo 2022, 14:57

Turismo, le colline Unesco guardano a un avvio di primavera da tutto esaurito

Positivi segnali per le strutture di Langhe, Roero e Monferrato. Elisabetta Grasso (Consorzio turistico): "Mai ricevute così tante richieste di informazioni e prenotazioni per questa stagione"

Una veduta di Barolo (foto Consorzio Turistico)

Una veduta di Barolo (foto Consorzio Turistico)

E’ una risposta che conforta quanti fossero alla ricerca di segnali incoraggianti, in un contesto mondiale disseminato di notizie nefaste, quella con la quale il Consorzio Turistico Langhe Monferrato Roero offre una cifra di come, a partire dai ponti pasquali, le Colline Unesco si stiano affacciando a una nuova stagione del turismo.

A darne conto al nostro giornale è la direttrice dell’ente Elisabetta Grasso: "Certamente siamo di fronte a un contesto generale che ancora non favorisce né incoraggia gli spostamenti, ma fortunatamente possiamo dire che la situazione delle previsioni turistiche per il nostro territorio in questo momento è ottima, come forse mai si era visto in questo momento dell’anno. La voglia di venire in vacanza da noi è tanta. A fronte di qualche sporadica disdetta abbiamo una fortissima richiesta di soggiorni, credo la più alta mai vista per una stagione, quella primaverile, che negli anni pre-pandemia stava facendo registrare una crescita costante su valori in qualche modo sempre meno distanti da quelli autunnali".

Sul tipo di clientela che sta guardando a Langhe, Roero e Monferrato, Elisabetta Grasso spiega che le moltissime richieste di informazioni e prenotazioni verso le circa 400 strutture consorziate con la realtà di piazza San Paolo ad Alba arrivano "soprattutto da clienti stranieri, con prevalenza del Nord Europa e degli Stati Uniti d’America, rispetto alle altre nazionalità. Questo, va detto, per noi è normale perché in molti casi gli italiani che ci scelgono già ci conoscono come destinazione e più facilmente si organizzano per una vacanza 'last minute' che, come modello, anche quest’anno continuerà a essere la tendenza prevalente".

Nel frattempo alberghi, bed and breakfast e case vacanze si preparano ad accogliere quella che si spera sarà veramente una benaugurante ondata. "Le strutture sono tutte impegnate nei preparativi dell’apertura, per chi non è ancora aperto, dopo che nei primi mesi dell’anno hanno partecipato con ottimi riscontri alle giornate della formazione organizzate dal Consorzio per aggiornare gli operatori sulle nuove tendenze del turismo e sulle competenze da mettere in campo per accogliere una clientela di livello medio-alto quale quella che guarda al nostro territorio. E anche, non ultimo, sui temi della sostenibilità e del green in generale, ai quali è giusto adattarsi. Anche su questo fronte, direi che siamo pronti per quella che tutti speriamo davvero possa essere un’ottima stagione".

Ezio Massucco

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium