/ Politica

Politica | 18 marzo 2022, 18:30

Il partito di Calenda sbarca nelle Langhe guardando all’energia e alle sue emergenze

L’imprenditore albese Massimo Marengo incontra i simpatizzanti della formazione di centro: "Alba ha ancora molta strada da fare nella direzione del green"

Il partito di Calenda sbarca nelle Langhe guardando all’energia e alle sue emergenze

Guidata a livello regionale dal deputato monregalese Enrico Costa, la giovane formazione politica che fa capo a Carlo Calenda muove i suoi primi passi anche ai piedi delle cento torri. L’assemblea provinciale che nel gennaio scorso ha portato "Granda in Azione" a designare il 23enne saluzzese Andrea Vassallo quale proprio coordinatore ha infatti confermato Massimo Marengo quale referente del gruppo "Alba in Azione", individuandolo al contempo come responsabile provinciale per l’energia e l’ambiente. Una specificità, quella di esperto in un campo così strettamente collegato a emergenze quali la crisi climatica e il conflitto ucraino, che l’imprenditore langarolo vuole mettere a disposizione di una politica che vorrebbe "maggiormente improntata a pragmatismo e concretezza".

Oltre a guidare il gruppo di famiglia, da oltre vent’anni Marengo si occupa di energie rinnovabili con le insegne della controllata Albasolar, realtà che all’installazione di impianti per l’autoproduzione ha affiancato la realizzazione di innovative applicazioni nei campi della gestione energetica per famiglie e imprese. "Ho tre brevetti a mio nome e recentemente ho creato una start-up impegnata a lanciare un innovativo sistema di 'energy smart home' coperto da due brevetti internazionali".

"Vorrei cercare di dare un contributo a famiglie e aziende in questo ambito – spiega Marengo passando al tema del suo impegno politico –, con un focus specifico sul nostro territorio, che su questi temi ha ancora parecchia strada da compiere, a mio avviso. Si consideri che, tra le prime e le seconde, solo un 5-10% si sono dotate in questi anni di sistemi per l’autoproduzione di energia e per il risparmio energetico. Cosicché, in un momento caratterizzato da una congiuntura quale quella attuale sono parecchie le realtà che versano in serie difficoltà".

"In un momento come questo – continua – il tema energia è sotto i riflettori soprattutto per i forti aumenti degli ultimi mesi. C’è però anche molta confusione e disinformazione. Vorrei quindi dare una mano in questo senso, nel portare conoscenza a beneficio della comunità, ma anche sollecitando la nostra Amministrazione a politiche più improntate al 'green' e soprattutto per aiutare il sistema imprenditoriale del nostro territorio, composto da negozi, ristoranti, piccole cantine, bed and breakfast, piccole e medie aziende. Alba politicamente è sempre stata piuttosto tradizionalista: penso che un po’ di aria fresca in questo senso non possa che fare bene".

Per domani, sabato 19 marzo, il gruppo di "Alba in Azione" organizza un primo momento di ritrovo (dalle 10 in piazza Rossetti, dietro al duomo) rivolto a simpatizzanti e a quanti vogliano confrontarsi direttamente su questi temi. "Un’occasione per conoscersi e scambiarsi idee", spiega Marengo, che sarà affiancato dal referente del Gruppo Giovani Guido Roggero

Ezio Massucco

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di LaVoceDiAlba.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium