/ Attualità

Attualità | 24 febbraio 2022, 15:28

Alba, Cervella lascia il Consiglio: "Scelta sofferta, ma devo pensare alle urgenze della mia azienda"

Candidato a sindaco del centrosinistra nel 2019, l’imprenditore tessile passa il testimone all’esponente Pd William Revello: "La città gli deve tanto, spero si trovi un modo per dirgli grazie"

Olindo Cervella, 78 anni compiuti lo scorso 6 febbraio

Olindo Cervella, 78 anni compiuti lo scorso 6 febbraio

"Una decisione difficile, sofferta, ma non improvvisata, anzi molto meditata". Così Olindo Cervella, candidato sindaco del centrosinistra albese alle elezioni comunali del 2019, illustra la scelta di abbandonare i banchi di quel Consiglio comunale sul quale era tornato due anni e mezzo fa. Un ritorno, allora, dopo le esperienze da assessore nella prima Giunta di Maurizio Marello (2009-2014) e quelle che, indicato dalla stessa Amministrazione, lo avevano visto mettere a disposizione la sua lunga esperienza di dirigente industriale (nel Gruppo Miroglio, per 29 anni) e di imprenditore (fondatore nel 1988 della Intesa di strada Porini) per risanare i conti di Apro Formazione (2011-2016), che allora stava vivendo un periodo di forte difficoltà, e quindi alla guida del Comitato di Sorveglianza del Gruppo Egea (2016-2019), incarico poi passato all’attuale presidente Giuseppe Rossetto.

Ora un nuovo arrivederci alla politica cittadina. Una scelta maturata per l’esigenza di tornare a tempo pieno alla sua attività di imprenditore. "Il tessile, settore nel quale opero da sempre, sta vivendo un momento di forte sofferenza a livello mondiale. Abbiamo un’azienda con 40 dipendenti alla quale, in questo momento, sento il dovere di dedicarmi con ogni energia. Ho considerato che questo tema debba avere la priorità sul resto".

Il suo posto tra i consiglieri della minoranza riunita sotto le insegne di Uniti per Alba verrà preso da William Revello, primo dei non eletti della coalizione alle elezioni del maggio di tre anni fa, che torna nell’assemblea di Piazza Duomo dopo averne fatto parte dal 2014 al 2019, allora nella maggioranza a sostegno della seconda Giunta Marello, presiedendone la IV Commissione e assumendo per circa un anno la delega alla Sicurezza.  

Cinquantun’anni tra pochi giorni, sposato, padre di tre figli, funzionario della fondazione Compagnia di San Paolo di Torino, Revello dal 2017 a pochi mesi fa è stato segretario del Circolo Alba-Roddi del Partito Democratico, prima di passarne il timone a Gigi Garassino, mentre tuttora siede nella segreteria provinciale dei Democratici.

"Ritorno in Consiglio in punta di piedi, con grande senso responsabilità e anche con una certa dose di trepidazione – ci spiega –. Nel farlo mi sento di rivolgere un grosso grazie a Olindo Cervella, non soltanto per essere stato il nostro candidato a sindaco nel 2019, ma per tutto quello che ha saputo fare in tutti questi anni a favore della città. Un elenco che inizia col suo impegno per il centro sportivo del Mussotto e passa per quello profuso all’interno della Casa di Riposo 'Ottolenghi' e in Apro. Ora che temporaneamente esce dall’agone politico, mi auguro sinceramente che l’Amministrazione trovi una formula per riconoscergli tali meriti, per l’importante ruolo che ha avuto e che continuerà sicuramente ad avere per Alba".

Ezio Massucco

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di LaVoceDiAlba.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium