/ Attualità

Attualità | 09 febbraio 2022, 16:25

Gagliasso e Demarchi (Lega): “Regione sempre in difesa dei territori: alla Granda più di un milione e mezzo di euro per ripristino dei danni causati dall’alluvione del 2019”

I due consiglieri regionali: "Questa nuova trance permetterà di realizzare 22 interventi per il ripristino di strade, ponti, edifici e altre opere pubbliche in tutta la nostra provincia"

Gagliasso e Demarchi (Lega): “Regione sempre in difesa dei territori: alla Granda più di un milione e mezzo di euro per ripristino dei danni causati dall’alluvione del 2019”

Importanti stanziamenti per la Granda a copertura degli interventi sulle opere pubbliche colpite dalla disastrosa alluvione dell’ottobre 2019. Dei 15,771 milioni ripartiti dalla Regione tra Comuni e Province, più di un milione e mezzo di euro sarà destinato al Cuneese per 22 progetti.

Questa Amministrazione di cui la Lega è la prima forza – sottolineano i consiglieri cuneesi del Carroccio Matteo Gagliasso e Paolo Demarchiconferma la sua attenzione alla difesa del suolo, in un periodo caratterizzato da preoccupanti cambiamenti climatici. Grazie all’azione dell’assessore Marco Gabusi e al suo costante confronto con Roma per lo sblocco delle risorse, potremo continuare quell’opera di risanamento dei nostri territori flagellati dalla terribile alluvione dell’ottobre 2019. Questa nuova trance permetterà di realizzare 22 interventi per il ripristino di strade, ponti, edifici e altre opere pubbliche in tutta la nostra provincia. Ma il lavoro della Regione non si fermerà qui, nell’attesa di una veloce erogazione di ulteriori contributi da parte del Ministero che permetterà un ulteriore scorrimento della graduatoria e quindi fornirà nuove risposte alle richieste che provengono dalle nostre comunità”.

Nel dettaglio, i Comuni che beneficeranno dello stanziamento di oltre un milione e mezzo di euro saranno Caramagna, Cervere, Cherasco, Gorzegno, Gottasecca, Levice, Ormea, Peveragno, Piasco, Prunetto, Rittana, Roburent, Roccabruna, Saliceto, Saluzzo, Sinio, Sommariva Bosco, Torre Bormida, Torre Mondovì, Venasca e Villar San Costanzo. A questi si aggiunge poi la Provincia di Cuneo, per l’intervento sulla Strada Provinciale 234.

comunicato stampa

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MARZO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di LaVoceDiAlba.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium