Quarta Parete - 26 gennaio 2022, 10:10

QUARTA PARETE - Covid e salute mentale: disturbi psichici e ricoveri cresciuti del 40% [RIVEDI LA PUNTATA]

Il preoccupante quadro presentato dal direttore del Dipartimento di Salute mentale dell'Asl Cn1 dottor Francesco Risso. Il Pd ha presentato una proposta di legge per istituire in Piemonte la figura dello psicologo di base territoriale. Ma, per ora, non ci sono le risorse

QUARTA PARETE - Covid e salute mentale: disturbi psichici e ricoveri cresciuti del 40% [RIVEDI LA PUNTATA]

Ieri sera la puntata di Quarta Parete, la trasmissione di Targatocn e La Voce di Alba in onda ogni martedì alle 21 sui giornali e sulle pagine Facebook, ha trattato un tema molto delicato e molto urgente: quello della salute mentale.

E di ciò che il Covid ha scatenato. Nessuno era preparato a gestire un così alto numero di disturbi mentali, e tantomeno tra i giovani e i giovanissimi. 

Mancano posti letto e risorse per affrontare un disagio sempre più esteso e sempre più trasversale, che coinvolge bambini, adolescenti e adulti.

A fare il quadro di ciò che si è scatenato negli ultimi due anni è stato il dottor Francesco Risso, direttore del Dipartimento di Salute Mentale dell'Asl Cn1. 

A dialogare con lui Barbara Simonelli, giornalista. In regia Raffaele Massano. La puntata è stata trasmessa dagli spazi di Isiline, in piazza Europa a Cuneo.

Il tema è davvero vasto e preoccupante, tanto che da più parti si chiede l'istituzione di una figura nuova, quella dello psicologo di base, tema trattato durante la puntata. E', purtroppo, un problema di risorse, non di disconoscimento dell'urgenza e della gravità della situazione.

A presentare in consiglio regionale la proposta di legge per la sua istituzione è stato il Partito Democratico.

Chi è lo Psicologo di Base territoriale e chi può accedervi

L’idea, tradotta in una proposta di legge, prevede l’inserimento dello Psicologo di Base territoriale all’interno del Distretto Socio Sanitario, a fianco di medici di famiglia, pediatri di libera scelta e specialisti ambulatoriali. Il compito? Farsi carico della richiesta di assistenza, garantire supporto psicologico o il reindirizzamento a un professionista specifico. Oltre ad essere una figura gratuita, quindi accessibile anche a chi non avrebbe la disponibilità per rivolgersi a uno psicologo, il professionista potrebbe aiutare a prevenire l'acuirsi di malattie e problemi, facendo risparmiare la Sanità piemontese. L'investimento previsto, come spiegato da Daniele Valle (Pd), sarebbe inizialmente di 750 mila euro all'anno, per tre anni.

RIVEDI LA PUNTATA

 

 

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU