/ Curiosità

Curiosità | 26 gennaio 2022, 15:42

70 anni d’artista per Franco Gotta, il pittore di Bra, profeta in patria

Festa di compleanno il 26 gennaio per un artista che ha dimostrato di avere uno stile alla prova del tempo

70 anni d’artista per Franco Gotta, il pittore di Bra, profeta in patria

È nato a Bra il 26 gennaio 1952 e oggi taglia, splendidamente, il traguardo dei 70 anni. Una vita quella di Franco Gotta, apprezzato e autorevole pittore della nostra terra, dedicata con grande passione all’arte, creando tele che incrociano forti simbologie personali e chiari riferimenti alla città che lo ha cullato dal primo vagito.

Diviso professionalmente a metà tra Italia e Svizzera, il suo baricentro è sempre Bra, che gli offre spunti per profonde riflessioni sulla vita e la natura, capace di estrinsecarsi anche in una dimensione monumentale, attraverso pennellate vivaci e innovative, che sanno guardare al classico quanto al moderno, senza distinzioni.

Come pittore ha sperimentato soluzioni creative, trovando nell’esplosione cromatica la sua più alta inventiva.

Una vera e propria tavolozza di colori che si spingono dove la parola non può arrivare. Perché la poesia parla a mente e cuore, ma non agli occhi. Parlare agli occhi significa entrare nell’anima. Ecco che cosa fa la pittura, ecco che cosa fa Franco Gotta, immerso nel suo prestigioso atelier di casa.

I suoi lavori sono in linea con un lessico figurativo che trova nella donna la musa che non smette di sussurrare all’orecchio dell’artista le sue forme incantate. E poi c’è il paesaggio, su cui regna la luce con le sue leggi, collateralmente il protagonista di atmosfere crepuscolari, spaccati lunari, scorci di tramonti e porzioni di natura verginale, interpreti di uno stato d’animo che prende le mosse dal reale.

Il burattino è, invece, punto di partenza imprescindibile per la sua arte, un afflato magico e poetico che si configura come la sua cifra distintiva e il suo modello stilistico di singolare, suggestivo effetto. È la sua vita che viene fuori da quei surreali personaggi, i suoi dolori, le sue emozioni, le sue memorie, che pervadono i suoi dipinti e fanno provare arcane sensazioni.

La pittura dell’artista braidese è materia forte che imprime sulla tela la forza dei sogni, efficaci a raccontare il suo mondo, perennemente in viaggio. Ma questo, se seguite la pagina Facebook del pittore, dovreste già saperlo.

Opere di Franco Gotta si trovano all’Ospedale “Michele e Pietro Ferrero” di Verduno. Altre sono esposte nei centri nevralgici della vita culturale braidese, come nella sala del Consiglio comunale o nei locali della biblioteca civica G. Arpino.


Intanto il futuro è dietro l’angolo. Al cavalletto, sta lavorando ad un’ampia documentazione di opere che saranno presentate nella prossima mostra, nuova appassionante avventura del giovane settantenne.

Silvia Gullino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium