/ Cronaca

Cronaca | 22 gennaio 2022, 11:03

Addio all’ambasciatore Fulci: fu presidente di Ferrero Italia dal 2011 al 2019

Era stato rappresentante permanente dell’Italia alle Nazioni Unite e capo delegazione dell’Italia al Consiglio di Sicurezza Onu. Nel 2000 l’incarico nel board di Ferrero International. Alla morte di Pietro assunse la guida della controllata italiana

L'ambasciatore Fulci in una foto di repertorio

L'ambasciatore Fulci in una foto di repertorio


Si è spento ieri nella sua abitazione romana all’età di 91 anni (ne avrebbe compiuti 92 il prossimo 19 marzo) l’ambasciatore Francesco Paolo Fulci, per lungo tempo figura di vertice nell’organigramma di Ferrero Spa e Ferrero International.

Nato a Messina nel 1931, laureato in Giurisprudenza, master alla Columbia University di New York, Fulci aveva alle spalle una lunga e prestigiosa carriera diplomatica, per la quale la sua figura viene oggi ricordata dai media di tutto il Paese.

Un percorso iniziato nel 1956 e concluso nel 2000, con esperienze di servizio a Roma, New York, Mosca, Roma, Parigi e Tokyo. Fu capo della Segreteria del Presidente del Senato, ambasciatore d’Italia a Ottawa, in Canada, rappresentante permanente dell’Italia alla Nato, ambasciatore e rappresentante permanente dell’Italia alle Nazioni Unite, capo delegazione dell’Italia al Consiglio di Sicurezza Onu.

Insignito di decorazioni ufficiali di 9 Paesi, 3 lauree “honoris causa”, 7 cittadinanze onorarie, vari premi e onorificenze (tra cui il Cavalierato di Gran Croce al Merito della Repubblica Italiana e il Cavalierato d’Onore e Devozione dell’Ordine di Malta), dal 2000 e per quindici anni è stato vicepresidente della Ferrero International, la holding del gruppo, incarico al quale aveva poi affiancato la presidenza onoraria delle Imprese Sociali Ferrero in India e Africa. Nel giugno 2011 gli venne affidata la presidenza del Consiglio di Amministrazione di Ferrero Spa, rimasta vacante dal giorno della scomparsa di Pietro Ferrero, avvenuta nell’aprile precedente. Un incarico che avrebbe mantenuto sino al dicembre 2019, quando la guida della controllata italiana della multinazionale dolciaria venne affidata all’attuale presidente Bartolomeo Salomone.

Ezio Massucco

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium