/ Economia

Economia | 18 gennaio 2022, 11:30

L’albese Tecnoedil Lavori rinnova il proprio parco mezzi

La società del Gruppo Egea acquista nuovi mezzi operativi per migliorare il servizio di allacciamenti di rete e opere di scavo di Langhe e Roero

L’albese Tecnoedil Lavori rinnova il proprio parco mezzi

Già da qualche giorno sono al lavoro i nuovi mezzi operativi di Tecnoedil Lavori Srl, società del Gruppo Egea con sede ad Alba. L’arricchimento del parco mezzi consentirà un miglioramento dei servizi offerti, soprattutto per quanto riguarda gli allacciamenti delle reti idriche e gas presenti nel territorio di Langhe e Roero e in particolare per le opere di scavo necessarie agli interventi.

Costituita nel 2008, Tecnoedil Lavori Srl può vantare una comprovata esperienza pluriennale nei settori della costruzione e manutenzione di reti e impianti legati al ciclo idrico integrato, alla distribuzione del gas metano e al teleriscaldamento, oltre che nella realizzazione di opere edili di varia natura. L’azienda è certificata ISO 9001, ISO 14001 e ISO 45001; l’ottenimento delle certificazioni ha permesso di definire metodologie e parametri volti a garantire standard qualitativi, di impatto ambientale e sicurezza sul lavoro controllati, verificati e sempre costanti.

La sede operativa dell’azienda si è dotata di un impianto di stoccaggio rifiuti, dove i non pericolosi sono trattati come sottoprodotti, venendo recuperati e riutilizzati, con significativi aspetti positivi legati all’impatto ambientale; l’impianto prevede anche il trattamento dei rifiuti pericolosi (amianto compatto), per la gestione e il corretto smaltimento dei quali il personale operativo ha comprovata esperienza ed è formato secondo la normativa vigente.

Nel biennio 2020-2021 Tecnoedil Lavori ha usufruito delle agevolazioni previste dal “Piano Nazionale Industria 4.0”, attraverso la misura del credito d’imposta per investimenti in beni strumentali: tramite questo incentivo si è dotata di nuovi mezzi d’opera in sostituzione di altri già di proprietà, in favore di nuove macchine rispondenti a criteri di salute e sicurezza aggiornate anche sotto il profilo dell’innovazione e digitalizzazione tecnologica.

I nuovi mezzi d’opera comprendono: una minipala gommata GEHL V330, un miniescavatore Kubota KX037-4, due escavatori medi Kubota U50-5, un escavatore cingolato Kubota KX080-4 e un Kubota KX060-5, un escavatore Volvo ECR145EL.

C. S.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium