/ Eventi

Eventi | 13 gennaio 2022, 08:13

Al Caffè Letterario di Bra si legge ‘La sentenza del ciondolo’ di Giovanna Santagati

Un romanzo al femminile con illustrazioni di Pinuccia Sardo per un tandem artistico tutto braidese

Giovanna Santagati (a destra nella foto) e Pinuccia Sardo presentano il libro ‘La sentenza del ciondolo’

Giovanna Santagati (a destra nella foto) e Pinuccia Sardo presentano il libro ‘La sentenza del ciondolo’

Nuovo appuntamento con il Caffè Letterario, che ogni giovedì, alle ore 16, è puntuale sui Gruppi Facebook di Bra con nuove e avvincenti proposte di lettura.

Il preferito di questa settimana è ‘La sentenza del ciondolo’ di Giovanna Santagati (Jenny), un romanzo al femminile con illustrazioni di Pinuccia Sardo per un tandem artistico tutto braidese. Una storia toccante e carica di emozioni. Una coccola, da concedersi quando se ne ha più bisogno.

In occasione della recentissima uscita di questo volume abbiamo deciso di raccontarlo insieme alle autrici, che si sono concesse nel rispondere ad alcune domande.

Dovendo riassumere in poche righe la trama del tuo libro ‘La sentenza del ciondolo’, che cosa diresti?

Jenny: “La protagonista è Lavinia che festeggerà il proprio compleanno il giorno di Pasqua del 2035. Donna tenace e convinta, Lavinia ci trasporta nel tempo attraverso i suoi occhi e gli occhi di chi ha voluto lasciare traccia di sé. Un ciondolo, di origine catalana, sarà il legame tra due epoche e due terre diverse. Una storia che oscilla tra il fantastico e l’ordinario. Partendo dal futuro si ripercorre a ritroso un secolo attraverso un processo di retrospezione in cui passato e presente si intrecciano riuscendo a creare un continuum. Una Napoli quasi assopita fa da sfondo a questo viaggio dentro e fuori di noi. Un insolito omaggio alla vita anche attraverso la morte”.

Da dove nasce l’idea di questo romanzo?

Jenny: “Avevo appena finito di imbastire la mia ultima raccolta di poesie e, com’è nel mio stile, dovevo far decantare per potere passare alla successiva fase di prima revisione a mente fredda. La vocina di un display mi martella nella mente e, d’improvviso, mi compare davanti una visione a tutto tondo di quello che dovrà essere il mio nuovo romanzo. Quello che avevo precedentemente pubblicato era imperniato sul valore che l’ordinarietà della vita di ognuno, per la sua individualità, diventa straordinaria. Questa volta avrei creato una storia al limite del paranormale, ma sempre strettamente collegata alla realtà. Una storia che nasce nel 2035, ma che si riavvolge a ritroso fino al secolo precedente in una graffiante altalena di passato e presente, che parte da Napoli fino a Barcellona e ritorno. ‘Galeotto’ un ciondolo catalano, che darà il titolo al libro”.

Come è nata la collaborazione tra voi?

Jenny: “Un incontro casuale ci porta a rivedere dopo tanti anni quando entrambe siamo già in pensione. Ricordo che insegnavo inglese alle elementari ed eravamo diventate colleghe, perché lavoravo anche con una sua classe. Un reciproco piacere ci ha portate a incontrare nuovamente e a parlare un po’ di noi. Scopro che Pinuccia è un’abile disegnatrice e lei che io scrivo, canto e tengo lezioni per l’UniTre, dove di fatto ci eravamo ritrovate. Così, quando avevo già iniziato a buttare giù il romanzo, fulminea mi si impone un’idea: Pinuccia avrebbe piacere di creare i volti di alcuni dei personaggi del mio lavoro? Ovviamente le espongo nel modo più sintetico possibile la trama del romanzo e lei, sorpresa ed entusiasta, accetta. Si è messa subito al lavoro cercando di assecondare il carattere dei personaggi per soddisfare la descrizione scritta che ne avevo dato, riempiendomi di emozione e carica. Ovvio che dopo il primo, i disegni, che mi piacevano tanto, sono diventati otto, sempre col gradevole consenso, disponibilità e serietà da parte di Pinuccia”.

Pinuccia: “Alla proposta di Jenny di illustrare il suo nuovo romanzo, sono rimasta sorpresa e nello stesso tempo entusiasta della fiducia che lei riponeva in me. Il mio pensiero è sempre quello di cercare di ‘dare vita’ ai miei disegni, tanto più ora che dovevo rappresentare dei personaggi, creati dalla fantasia della mia amica, ma che avrebbero potuto essere realmente vissuti. Il consenso di Jenny, man mano che il lavoro andava avanti, mi spronava a realizzarne altri, attenendomi il più possibile alla descrizione e alle vicende della storia. Così la collaborazione, nata per caso, è diventata piacevole, stimolando entrambe a proseguire”.

Chi è Giovanna Santagati, alias Jenny?

Jenny: “Sono docente di inglese in pensione, dò sfogo alle passioni che da bambina mi porto dietro: la musica e la scrittura. L’amore per la musica porta al conseguimento di una seconda laurea nel 2012 e quello per la scrittura alla pubblicazione di sei opere: tre raccolte poetiche ‘Le Urla dentro’ (2015/2019), ‘Passi - percorsi di vita’ (2019/2020), ‘Sono nata su un’isola - I luoghi dell’anima tra poesia e fotografia’ (2021); un saggio ‘Una corona per una regina - Ida Cox - Il blues al femminile’ (2021); due romanzi ‘Un volo di due ore - Viaggio all’interno di una storia stra…ordinaria’ (2020), ‘La sentenza del ciondolo’ (2021). Per le mie pubblicazioni ho creato la Collana LetterArte-giosa, che accoglie, oltre alla scrittura, diverse manifestazioni di attitudini personali e di altri collaboratori, dalla fotografia, alla musica, all’arte pittorica. Stralci delle mie opere trovano posto in antologie e riviste letterarie. Ho ricevuto premi e riconoscimenti nei vari eventi cui ho partecipato”.

Chi è Pinuccia Sardo?

Pinuccia: “Dopo aver insegnato nella scuola primaria per 42 anni, da quando sono andata in pensione ho avuto più tempo per dedicarmi al disegno, mia passione da sempre. Nel 2015 ho seguito per un breve periodo un corso che mi ha permesso di conoscere la tecnica base del disegno a grafite e pastelli ed ho proseguito come autodidatta, ricevendo stimoli dai risultati ottenuti e dagli apprezzamenti ricevuti”.

Ringraziamo Giovanna Santagati e Pinuccia Sardo per il tempo che ci hanno dedicato e per averci raccontato tanto di loro. E voi, che aspettate a leggere il romanzo?

Silvia Gullino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium