ELEZIONI POLITICHE 25 SETTEMBRE 2022
 / Cronaca

Cronaca | 11 gennaio 2022, 14:20

Piemonte a rischio zona arancio? Cosa potrebbe cambiare da lunedì

L’aumento dei ricoveri potrebbe cambiare il colore della nostra regione. Limitazioni possibili su spostamenti, accesso a negozi, corsi di formazione e sport. La tabella del Governo con tutte le restrizioni, voce per voce [SCARICA IL PDF]

Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Le 121 nuove ospedalizzazioni di pazienti Covid positivi di ieri (lunedì 10 gennaio) hanno portato il totale di ricoveri ordinari Covid, in Piemonte, a quota 1.845.
Il dato, come prevedono i parametri ridefiniti lo scorso 22 luglio scorso dal Ministero della Salute, fa presagire il passaggio della nostra regione in zona arancione, un’eventualità che potrebbe venire confermata già col prossimo aggiornamento del monitoraggio settimanale di Ministero e Istituto Superiore di Sanità, atteso per venerdì 14 gennaio.

Per il cambio colore, che nell’ipotesi avverrebbe a partire da lunedì 17 gennaio, ci si basa come noto sul superamento delle soglie stabilite da tre indicatori: il numero di nuovi casi settimanali ogni 100mila abitanti, il tasso di occupazione dei posti-letto disponibili in area medica (ricoveri ordinari) e il tasso di occupazione dei posti-letto disponibili nelle terapie intensive.
In Piemonte numero di contagi settimanali (il limite è quello dei 150 ogni 100mila abitanti) e occupazione delle terapie intensive (sempre ieri 140 ricoverati, contro un limite del 20% pari a 126) sono da arancione già da alcuni giorni. A determinare l’eventuale cambio di colore sarebbe quindi il superamento del terzo indicatore, dove il limite che separa la prima dalla seconda fascia di limitazioni è il raggiungimento del 30% dei posti-letto disponibili in area medica. Tale soglia si attesta nella nostra regione a quota 1.748 (dati Agenas), livello che abbiamo raggiunto e superato coi 1.845 pazienti segnalati ieri dal quotidiano diramato dall’Unità di Crisi.

IL POSSIBILE SCENARIO DA LUNEDÌ

Qualora tutto venisse confermato, e il pre-report di venerdì ci collocasse in zona arancione, cosa cambierebbe?

Da lunedì, potrebbero esserci alcune nuove restrizioni, rispetto alla zona gialla.

SPOSTAMENTI

Con la zona arancio entrerebbero in vigore nuove limitazioni agli spostamenti, ma solo per chi non è in possesso del green pass: per costoro gli spostamenti verso altri comuni della stessa regione e verso altre regioni dovranno essere limitati a lavoro, necessità, salute o per servizi non sospesi, ma non disponibili nel proprio comune di residenza.

Nessuna restrizione per i possessori di green pass, sia esso base o rafforzato. Saranno liberi gli spostamenti, in qualunque caso, all’interno del comune di residenza.

ACCESSO A NEGOZI E UFFICI

In zona arancione potranno accedere ai negozi all’interno dei centri commerciali, nei giorni festivi e prefestivi, soltanto i possessori di green pass rafforzato, vale a dire i vaccinati o i guariti dal Covid (entro i 6 mesi). La norma non si applica per gli alimentari, le edicole, le librerie, le farmacie e i tabaccai.

CORSI DI FORMAZIONE

Con il passaggio in arancione, per partecipare a corsi di formazione in presenza bisognerà essere in possesso di green pass rafforzato.

SPORT

Altra novità riguarda gli sport di contatto: qualora confermato il cambio di zona, da lunedì bisognerà essere possessori di green pass rafforzato anche per effettuare sport di contatto all’aperto.

Queste le nuove restrizioni – aggiornate alla data del 10 gennaio, tratte dal sito ufficiale di Palazzo Chigi – che potrebbero essere applicate da lunedì, lo ricordiamo, soltanto nell’eventualità che venga decretato il passaggio di zona.

Nulla cambierebbe, invece, per quanto riguarda i mezzi di trasporto, pubblico o privato, per l’accesso agli impianti di risalita, per le attività lavorative, per l’accesso alle strutture sanitarie o socio-sanitarie, per la consumazione all’interno di bar e ristoranti, per feste, eventi sportivi, convegni, fiere e concorsi pubblici.

Per tutte queste categorie, rimangono in vigore le restrizioni della zona gialla.

In calce all’articolo, è possibile scaricare e aprire la tabella con tutte le limitazioni, voce per voce, emanate dal Governo.

Files:
 Tabella attivita consentite (233 kB)

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium