/ Cronaca

Cronaca | 08 gennaio 2022, 19:06

Cortemilia piange Mario Brovia, fondatore e presidente del Gruppo Brovind

I funerali dell'imprenditore cortemiliese, mancato a 94 anni, si svolgeranno lunedì 10 gennaio alle 14.30, nella chiesa di San Pantaleo

Mario Brovia, cofondatore della Brovind

Mario Brovia, cofondatore della Brovind

"Mario Brovia rientra in quel novero di persone che dal punto di vista imprenditoriale sono state fondamentali per il territorio tutto: non solo per Cortemilia, ma per l'intera vallata. Persone lungimiranti, capaci di cogliere il momento, che anni fa hanno preso iniziative importanti che hanno garantito occupazione, e ancora oggi sono punti di riferimenti per l'intero territorio, sul quale hanno scelto di rimanere: di questo gli siamo profondamente grati".

Così il sindaco di Cortemilia, Roberto Bodrito, ricordando l'imprenditore cortemiliese Mario Brovia, venuto a mancare a 94 anni. Fondatore dell’azienda Brovind, industria di riferimento nel settore delle tecnologie per la trasformazione della frutta secca, lascia la figlia Maria Teresa con Antonello, i nipoti Caterina e Mario e i cugini.

Nelle parole semplicità e umanità c’è tutto il ricordo di Maria Teresa Brovia, la figlia: "Papà è sempre stato una persona semplice e molto sensibile verso il prossimo. Sia in famiglia che al lavoro ha sempre dato valore all’aspetto umano, e ha mantenuto i suoi modi gentili e semplici. Le sue radici sono state ben salde a Cortemilia, dove ha portato ricchezza e conoscenza. Le sue esperienze per il mondo lo hanno reso ancora più capace di pensare agli altri, e di credere nelle idee. Era un imprenditore lungimirante che ha creduto nella meccanica alimentare legata alla nocciola, e all’automazione industriale, in tempi non sospetti. Lascia un grande vuoto. Fino a circa dieci giorni fa veniva ancora in azienda: quel caffè preso negli uffici, la lettura del giornale, il suo giro in officina. Tutti ricordi che ci saranno per sempre. Papà si è spento serenamente e lucido, dopo 94 anni vissuti su solidi valori che cercheremo di portare avanti".

Toccante il ricordo di Ginetto Pellerino, amico della famiglia Brovia, e Gran Maestro della Confraternita della Nocciola di Cortemilia: "Mario Brovia era una persona umile e semplice, dotato di grande intelligenza, capace e tenace nel girare il mondo per presentare i macchinari dedicati alla lavorazione della frutta secca. Ha conosciuto imprenditori e politici di primo piano di Nazioni dove si produce questo tipo di alimento, e ha sempre cercato l’innovazione. Mi ricordo il suo orto a casa, l’episodio dei peperoni messi nelle damigiane per conservarli, il suo modo di fare sempre attento al prossimo. Con la sua azienda ha portato ricchezza al territorio e ha permesso a molti di imparare il mestiere. Ha legato il nome di Cortemilia a grandi aziende grazie alle sue macchine".

La Confraternita della Nocciola lo ricorda riportando il motivo del premio “Cortemiliese Doc”, assegnato a Mario Brovia nel 2006: "Ha cominciato a lavorare a 10 anni nell'officina di fabbro carradore del padre e non ha mai completamente smesso portando il nome di Cortemilia in giro per l'Italia e per il mondo. Mario Brovia è un cortemiliese per cui la Doc è davvero appropriata perché la cortemiliesità ce l'ha nel sangue. Da quella piccola bottega di fabbri carradori è nata nel tempo una grande azienda meccanica, vanto del nostro paese, un'azienda che ha dato lavoro e ricchezza a Cortemilia e alla Valle Bormida. La nascita e lo sviluppo delle due Brovind sono state e continuano a essere un'ancora di salvezza per l'economia cortemiliese".

I funerali si svolgeranno lunedì 10 gennaio alle 14.30, nella chiesa di San Pantaleo, mentre il rosario verrà recitato domani (domenica 9 gennaio), alle 20.30, nella stessa chiesa.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium